Renate avanti di 3 goal, la Pro Sesto rimonta e vince

di Cristiano Comelli – Se fosse un film avrebbe per titolo “Come gettare alle ortiche una vittoria”. Soggetto, sceneggiatura, montaggio e regia sono a cura del Renate che,...

235 0
235 0

di Cristiano Comelli – Se fosse un film avrebbe per titolo “Come gettare alle ortiche una vittoria”. Soggetto, sceneggiatura, montaggio e regia sono a cura del Renate che, avanti al “Città di Meda” per 3-0 contro la volitiva Pro Sesto, si è fatto non soltanto rimontare ma anche superare per 3-4.

Quale sia il blackout che ha impedito ai nerazzurri di mettere in cassaforte una partita già vinta resta un mistero. Fatto sta che la squadra di Andrea Dossena subisce la seconda sconfitta stagionale dopo quella della giornata d’esordio contro il Novara e resta seconda a 63 punti. I sestesi, con la quinta vittoria nelle ultime sei gare, l’appaiano e proseguono nel loro ottimo momento.

Giornata davvero da dimenticare per un Renate che ha chiuso in nove uomini per due espulsioni e ha fatto e disfatto ingenuamente precludendosi la possibilità di non lasciare scappare la capolista Pordenone ora a più cinque grazie alla vittoria casalinga per 1-0 contro il Novara.

PRIMO TEMPO – Il Renate parte come meglio non potrebbe e al 4′ si porta in vantaggio con una punizione di Silva su cui Del Frate non può alcunchè. La Pro Sesto non accusa però il colpo e al 9′ con un colpo di testa di Toninelli su cross di Corradi sfiora il pareggio. Al 12′ è Boscolo Chio , sempre di testa e in tuffo, a cercare di far male a Drago su cross di Capelli ma la sua conclusione è alta. Il Renate, al suo secondo tentativo della prima frazione, capitalizza ancora a dovere segnando al 43′ il gol del 2-0 con un’incornata di Baldassin su cross dell’ex Pistoiese Morachioli.

SECONDO TEMPO – Al 4′ la Pro Sesto cerca di riportarsi in partita con Bruschi che, su sponda di Gerbi, dà lavoro a Drago. All’8′ il Renate allunga ulteriormente con un tiro dal limite di Ermacora. Tutto archiviato? I tifosi del Renate pensano di sì, quelli della Pro Sesto, però, sono di opposto avviso e cercano di caricare la loro squadra a dovere. E la cura sembra dare il suo effetto se al 14′ Corradi, con un rasoterra dopo una ribattuta della difesa renatese su tiro di Bianco, realizza la rete del 3-1. La Pro Sesto capisce che la partita non ha ancora scritto i titoli di coda e si butta generosamente in avanti: al 22′ Marchesi serve Gerbi il cui tiro è a lato di poco. E’ il preludio del gol del 3-2 che giunge su rigore trasformato al 25′ da Bruschi e concesso per un fallo da lui stesso subito a opera di Silva. Quest’ultimo deve raggiungere in anticipo la via degli spogliatoi perchè l’arbitro, nell’occasione, gli ha messo davanti al naso il secondo cartellino giallo. I biancocelesti ci credono sempre di più e al 33′ sfiorano il 3-3 con Marchesi che spara alto. La rete che rimette in gioco il risultato finale è però soltanto rimandata di nove minuti; al 42′, infatti, Capogna infila Drago per il 3-3. Il Renate non sembra avere la giusta reazione e anzi perde un’ulteriore pedina dalla sua scacchiera per l’espulsione per rosso diretto di Angeli al 46′ per fallo su Gerbi. Tutto finito almeno qui? Nemmeno per sogno, perchè al 47′ la Pro Sesto dà alla sua partita il timbro del capolavoro con una rete di testa di D’Amico su punizione di Bruschi che le vale il 4-3 a favore. Debacle Renate, Pro Sesto sulle stelle. I biancocelesti restituiscono così ai nerazzurri la sconfitta che avevano subito nel secondo turno di Coppa Italia, sempre al “Città di Meda” per 3-4.

TABELLINO

RENATE- PRO SESTO 3-4

RENATE: Drago, Angeli, Anghileri, Silva, Ermacora, Baldassin (19’s.t: Larotonda), Esposito, Morachioli, Malotti (30’s.t: Squizzato),Sorrentino (10’s.t: Sgarbi, 30’s.t: Marano), Maistrello. A disposizione: Furlanetto, Gavazzi, Rossetti, Ghezzi, Salli, Simonetti. All.Andrea Dossena.

PRO SESTO: Del Frate, Giubilato (36’s.t: D’Amico), Marzupio, Toninelli, Boscolo Chio (1’s.t: Marchesi), Gattoni (1’s.t: Capogna), Corradi, Sala (12’s.t: Bianco), Capelli, Gerbi, Bruschi (49’s.t: Moretti). A disposizione: Botti, Ferrero, Della Giovanna, Wieser. All.Matteo Andreoletti.

Arbitro: Valerio Pezzopane dell’Aquila.

Marcatori: p.t. 4′ Silva (R), 43′ Baldassin (R). S.t: 8′ Ermacora (R), 14′ Corradi (PS), 25′ Bruschi (Rig) (PS), 42′ Capogna (PS), 47′ D’Amico (PS).

Photocredits

Condividi

Join the Conversation