Briosco, nasconde la droga nella lattina di coca

Nei giorni scorsi in via 1° Maggio a Briosco, una pattuglia dei carabinieri della Stazione di Giussano, notando una Volkswagen Golf con tre uomini a bordo sospetta transitare...

551 0
551 0

Nei giorni scorsi in via 1° Maggio a Briosco, una pattuglia dei carabinieri della Stazione di Giussano, notando una Volkswagen Golf con tre uomini a bordo sospetta transitare accanto a loro e imboccare la statale 36 in direzione di Lecco, ha deciso di seguirla e poi, giunti all’area di servizio di Veduggio con Colzano, fermarla e controllarla.

A bordo tre amici di 22, 29 e 35 anni, tutti di origini marocchine ma domiciliati a Inverigo che hanno raccontato che stavano rientrando a casa dopo una serata trascorsa in un ristorante.

Dopo fatto esser scendere i tre marocchini dall’auto per controllarla, i militari con la coda dell’occhio hanno osservato che il 29enne, passeggero posteriore dell’auto, con un gesto fulmineo aveva aperto una lattina di coca-cola e con disinvoltura stava infilando qualcosa all’interno.

Contemporaneamente, trovato vicino al sedile del conducente un involucro di plastica con dei residui di sostanza pulviscolare di colore bianco, ipotizzando la presenza di cocaina, i militari hanno approfondito il controllo perquisendo i tre e, in particolare, hanno concentrato la loro attenzione sul 29enne che, ancora con la coca-cola in mano e intento a sorseggiarla, è stato invitato a consegnarla.

Svuotata della coca-cola, i militari hanno tirato fuori dalla lattina un involucro in plastica simile a quello già trovato all’interno dell’auto ma ancora pieno di cocaina.

I tre sono stati quindi accompagnati in caserma per le procedure di identificazione al termine delle quali il 35enne autista della Golf, ammesso di aver consumato la droga e rifiutato l’accertamento ospedaliero volto ad accertarne la presenza nel sangue, è stato denunciato all’autorità giudiziaria per guida sotto l’effetto di stupefacenti.

Il 29enne invece, trovato con la cocaina nella lattina, è stato segnalato all’autorità amministrativa di Como quale assuntore. Infine, il 22enne, già con precedenti per spaccio, è stato denunciato all’autorità giudiziaria poiché durante il controllo aveva fornito false generalità.

Condividi

Join the Conversation