Rimadesio, una lettera di saluto da Gabriele Ghirelli

DESIO – Il dispiacere nel dover separare le strade ma anche la soddisfazione per il buon lavoro svolto. Gabriele Ghirelli, ex coach della Rimadesio, ha scelto di congedarsi dall’ambiente...

229 0
229 0

DESIO – Il dispiacere nel dover separare le strade ma anche la soddisfazione per il buon lavoro svolto. Gabriele Ghirelli, ex coach della Rimadesio, ha scelto di congedarsi dall’ambiente con una lettera toccante. Un rapporto, quello con il sodalizio desino, che parte da lontano.

“Avevo otto anni – esordisce – quando ho varcato per la prima volta la porta dell’Aldo Moro, da quel momento, l’unico mio desiderio è stato arrivare in prima squadra per vincere con l’Aurora”. Da quel momento sarebbe cominciato un legame lungo ben ventisei anni “con l’arancio e il blu cuciti sulla pelle”. Un’esperienza che lo riempie di soddisfazione “non solo per essere riuscito a coronare quel mio desiderio di bambino che guardava i grandi allenarsi tutti i giorni ma , soprattutto, perché mi sento d’aver restituito, almeno in parte, quel che l’Aurora mi ha dato in tanti anni, sono entrato che ero un bambino e ora esco che sono un uomo”.

I suoi grazie hanno più destinatari: “a tutti coloro che mi hanno accompagnato in tutti questi anni – prosegue – ai miei compagni di gioco delle annate 85 e 84 , a tutti gli allenatori che mi hanno guidato da giocatore e assistente, ai giocatori che ho avuto il piacere di allenare e ai miei collaboratori , tutti mi avete restituito più di quel che io ho dato a tutti voi”.

I suoi ringraziamenti vanno anche a “tutti coloro che hanno fatto parte di questa società nel corso degli anni, a tutti i tifosi che hanno sempre affollato il palazzetto”.

Definisce la passione di Desio per il mondo della palla a spicchi “il fuoco per fare ogni giorno meglio del precedente”. Dopo alcuni grazie individuali, Ghirelli commenta: “purtroppo nella vita tutto ha una fine, le visioni sul domani non collimano più ed è giusto quindi che le strade tra me e la società prendano due vie differenti, senza alcun tipo di rancore da parte di entrambi, quello che abbiamo fatto insieme negli ultimi anni è stato incredibile e resterà per sempre nella storia di questo club, grazie Aurora, forza arancio blu sempre”. Ghirelli lascia in “eredità” il ritorno in B della squadra e la conquista della zona playoff. (articolo di Cristiano Comelli) 

Photocredits

Condividi

Join the Conversation