Il Seregno ritrova la vittoria in casa contro la Giana

di Cristiano Comelli – Ferruccio fatal Ferruccio? Non più. Il Seregno, infatti, ritrova la vittoria davanti al proprio pubblico dopo un pareggio e tre sconfitte nelle ultime quattro...

501 0
501 0

di Cristiano Comelli – Ferruccio fatal Ferruccio? Non più. Il Seregno, infatti, ritrova la vittoria davanti al proprio pubblico dopo un pareggio e tre sconfitte nelle ultime quattro gare interne infliggendo un ennesimo dispiacere a una Giana Erminio sempre più in crisi.

Il derby ha consentito agli Spartans di rialzare la testa e di insediarsi a quota diciannove punti che significano undicesimo posto e la soglia dei playoff.

La pattuglia di Matteo Contini, invece, è ora desolatamente ultima e chiude la porta della classifica con soli dodici punti. La cura del nuovo tecnico, subentrato all’esonerato Oscar Brevi, non sembra per ora dare i frutti auspicati dalla dirigenza di Gorgonzola.

PRIMO TEMPO – Il Seregno prova subito ad affondare la lama con Cernigoi al 3′ ma la sua conclusione a giro è parata da Zanellati. All’8′ il portiere ospite ha ancora il suo daffare per respingere una punizione di Cocco.

L’offensiva Spartans non concede respiro agli ospiti e prosegue al 10′ con il figlio d’arte Mandorlini che mette a lato dal limite. Non migliore sorte ha una conclusione di Cocco al 17′ su cross di St Clair. Al 27′ Cernigoi prosegue il monologo Spartans mettendo a lato. Al 31′ Borghese conclude debolmente l’ultima occasione del primo tempo che ha visto praticamente il solo Seregno in campo.

SECONDO TEMPO – Al 5′ i padroni di casa riescono a violare la porta della Giana grazie a Cernigoi che riceve la sfera da Jimenez, approfitta di uno svarione dei biancocelesti e infila Zanellati.

Due minuti dopo Cocco, su cross di Jimenez, sigla il raddoppio. Il prosieguo della gara non regala particolari emozioni con il Seregno che non corre rischi e la Giana che non va in catena di produzione sotto la porta dei padroni di casa. Da annotare che al 46′ gli ospiti sono rimasti in dieci per l’espulsione di Colombini per doppia ammonizione.

Photocredits

Condividi

Join the Conversation