Monsignor Tremolada trapiantato di midollo osseo al San Gerardo

LISSONE – Il suo nome non lo saprà mai. Ma a esso rivolge un ringraziamento di cuore e un ricordo nelle preghiere per avere avuto, grazie a lui,...

441 0
441 0

LISSONE – Il suo nome non lo saprà mai. Ma a esso rivolge un ringraziamento di cuore e un ricordo nelle preghiere per avere avuto, grazie a lui, “una nuova speranza di vita”.

Monsignor Pierantonio Tremolada, 122o vescovo nella storia della diocesi di Brescia, ha potuto contare sulla generosità di un donatore che gli ha consentito di potersi sottoporre a un trapianto di midollo osseo.

Biblista di grande profondità ma anche sempre molto attento alle tematiche dell’educazione, dello sport e dell’evangelizzazione, monsignor Tremolada, operato all’ospedale “San Gerardo” di Monza, trascorrerà la convalescenza alla parrocchia Sant’Antonio Maria Zaccaria di Lissone con i suoi familiari.

“Grazie alla generosità di una persona che rimarrà sconosciuta – ha detto – mi è stata data un’ulteriore speranza di vita, potete immaginare quanto sia grande la mia riconoscenza, il gesto di questa persona è un vero e proprio atto d’amore, compiuto in totale gratuità, in questo caso a trarne beneficio sono io”.

Il dono ricevuto diventa occasione per un appello fraterno: “vorrei cogliere l’occasione per un appello a tutti i giovani – prosegue – tipizzatevi, date la possibilità con la vostra compatibilità di aiutare chi, come me, necessita di un trapianto di midollo osseo, farete così un dono impagabile, un dono che vale la vita”. (articolo di Cristiano Comelli) 

Condividi

Join the Conversation