Un sondaggio per scegliere l’inno del Monza

di Cristiano Comelli – Per sceglierlo ha promosso una sorta di referendum popolare. Il Monza Calcio ha deciso di sentire direttamente la voce dei suoi tifosi per capire quale inno...

466 0
466 0

di Cristiano Comelli – Per sceglierlo ha promosso una sorta di referendum popolare. Il Monza Calcio ha deciso di sentire direttamente la voce dei suoi tifosi per capire quale inno lo dovrà identificare per il prossimo , storico primo campionato di serie A della stagione 2022-23 a cui è approdato di fresco.

Le ipotesi in campo sono tre: la prima è collaudata e storica ed è “Monza alè”, scritta da quel Michele Magrin che in passato ha anche calcato il campo con i biancorossi, la seconda ha preso corpo in questi giorni ed è il brano “Destinazione paradiso” del cantautore Gianluca Grignani, la terza è di un altro cantautore, Dario Baldan Bembo, noto per avere scritto, tra le altre, “L’amico è”, colonna sonora di una trasmissione di Mike Bongiorno, e dal titolo “Dai Monza vola”.

E sui social si sono subito creati i varii schieramenti. Vi è chi spinge con decisione per “Monza alè” considerando l’intero cammino storico della società brianzola, cioè valutandolo come il brano che ha accompagnato l’orgoglio calcistico della città della Corona Ferrea e della Villa Reale per moltissimi anni.

Vi è infatti chi parla di adottarlo “per una forma di rispetto da dove siamo partiti” o “per ricordarci sempre da dove arriviamo” e chi ricorda che “ci ha sempre accompagnato anche nei momenti più bui”. Altri, lapidariamente ma con chiarezza, osservano che “Monza alé è la storia del Monza”. Per quanto concerne “Destinazione paradiso”, a fronte di chi lo sceglierebbe senza se e senza ma perché ha identificato nel titolo con precisione dove il Monza abbia saputo arrivare, vi è chi, invece, mostra maggiore scetticismo. Anche perché, quando la scrisse e la portò al Festival di Sanremo, Grignani, al Monza calcio, proprio non pensava.

Vi è però chi propone una soluzione mediana: se Monza alé può rimanere l’inno ufficiale, il brano di Grignani “può essere un ottimo accompagnamento da cantare allo stadio”.

Quello di Baldan Bembo sembra invece avere poco appeal. In ogni caso, per avere il responso definitivo, occorrerà attendere il 30 giugno, data entro la quale i tifosi si dovranno esprimere sulla coperta canora con cui rivestire il Monza versione massima serie del loro affetto e del loro sostegno.

Condividi

Join the Conversation