Desio, Polizia Locale sempre più tecnologica

DESIO – Sempre più determinante il contributo fornito dalla tecnologia alla Polizia Locale di Desio nei servizi operativi per dare maggiore efficacia agli interventi sul territorio. A seguito...

452 0
452 0

DESIO – Sempre più determinante il contributo fornito dalla tecnologia alla Polizia Locale di Desio nei servizi operativi per dare maggiore efficacia agli interventi sul territorio.

A seguito di segnalazioni pervenute al Comando di via Partigiani d’Italia, sono state effettuate nei giorni scorsi due intense e capillari attività di pattugliamento in collaborazione con i Carabinieri, che hanno lavorato – ognuno per le rispettive competenze – in un’operazione congiunta per un più efficace controllo strategico.

Il Sindaco Simone Gargiulo ha avuto parole di lode per il buon lavoro svolto: “Sono molto soddisfatto dell’impegno dei nostri Agenti per assicurare una presenza costante sul territorio, così come ringrazio l’Arma dei Carabinieri per ciò che realizza a Desio, un interlocutore sempre attento alle esigenze e sollecito nel proporre soluzioni”.

“Innanzitutto consentitemi un ringraziamento a tutta la Polizia Locale, guidata dal Comandante Cosimo Tafuro, che continua a svolgere la sua preziosa attività garantendo una presenza costante in tutta la città – aggiunge il Vicesindaco e Assessore alla Sicurezza Andrea Villa – Un impegno finalizzato a mantenere un presidio forte come elemento centrale di contrasto dei fenomeni di illegalità e insicurezza, in un’ottica di repressione, ma anche di prevenzione”.

Quella di sabato 3 febbraio è stata una giornata particolarmente impegnativa per la Polizia Locale di Desio, sin dalla prima mattina, quando gli Agenti sono stati attivati dalla segnalazione di un cittadino che indicava, in prossimità del Palazzo comunale, la presenza di bossoli d’arma da fuoco. La pattuglia si è immediatamente recata sul luogo e ha repertato il materiale rinvenuto. Successivamente, nel pomeriggio, sono state contestualmente acquisite le immagini delle telecamere del giorno precedente, attraverso cui si notava la presenza di un ragazzo che sorreggeva una pistola, rivelatasi poi un’arma a salve, quindi una scacciacani. “Durante la serata abbiamo posizionato due pattuglie della Polizia Locale proprio in loco che, tramite verifiche incrociate delle telecamere di sorveglianza, hanno riconosciuto il soggetto che il giorno prima sorreggeva la (finta) pistola – spiega il Comandante – e lo hanno subito sottoposto a un controllo”.

Il ragazzo, minorenne, di nazionalità non italiana, è stato trovato in possesso dei bossoli, e su indicazione degli Agenti, ha permesso di ritrovare l’arma da lui nascosta nei pressi di un parco verde in zona Ospedale.

Contestualmente al rinvenimento dell’oggetto, gli operatori hanno rilevato un motociclo con evidenti dei segni di effrazione e, dopo averlo esaminato, è risultato rubato a Monza. Il mezzo era guidato sempre dal ragazzo in questione (quella stessa sera, erano presenti anche una decina di altri giovani che sono stati tutti identificati), che, ascoltato dagli operatori di PL, ha consegnato loro tutto il materiale: l’arma e i bossoli sono stati sequestrati, il ragazzo è stato deferito all’Autorità Giudiziaria minorile, sia del motociclo, sia per accensione ed esplosioni pericolose.

Sempre con l’intento di arginare fenomeni criminosi che suscitano allarme e preoccupazione nei cittadini, venerdì 26 gennaio, durante un’operazione importante di controllo, è giunta una segnalazione di presenze sospette all’interno di una cascina fatiscente, con gli accessi liberi, situata in una zona periferica della città.

Gli Agenti, una volta recati sul posto, vi hanno trovato delle persone e hanno subito verificato che non ci fossero dei reati in corso. Risultato: due persone di nazionalità straniera, sprovviste di documenti e di permesso di soggiorno, sono state accompagnate in Questura per l’identificazione, prevenendo in questo modo eventuali danni alle persone.

Ma non solo. E’ stata poi contattata la proprietà dell’immobile inviando una diffida scritta ad adempiere a tutte le operazioni di manutenzione e di gestione della messa in sicurezza dell’area, provvedendo inoltre alla chiusura ermetica di tutti gli accessi, proprio per evitare ulteriori intrusioni che potessero creare situazioni illecite.

Conclude Villa: “ Ancora una volta la sinergia tra Forze dell’Ordine e Istituzioni locali dimostra di essere una ricetta efficace contro l’illegalità diffusa. Questi interventi vanno a garanzia della sicurezza di tutti i cittadini, lanciando segnali chiari in diverse direzioni: il contrasto all’immigrazione clandestina, la cura che i proprietari devono avere delle loro proprietà abbandonate, la lotta alla micro criminalità. Siamo determinati nel proseguire in questa direzione continuando ad insistere con i controlli sul territorio. Con l’arrivo di nuovi agenti e strumenti per la Polizia locale, insieme a una maggior collaborazione della altre Forze dell’Ordine, intendiamo dare risposte alle aspettative dei desiani”.

Condividi

Join the Conversation