Agrate, si accende il dibattito sulla Pedemontana

Si infervora il dibattito sulla realizzazione della Pedemontana in provincia di Monza e Brianza. Oggi la Lega, per voce del consigliere regionale Andrea Monti, ha replicato al sindaco di...

404 0
404 0

Si infervora il dibattito sulla realizzazione della Pedemontana in provincia di Monza e Brianza. Oggi la Lega, per voce del consigliere regionale Andrea Monti, ha replicato al sindaco di Agrate che nei giorni scorsi ha definito “uno scempio” il percorso autostradale in territorio agratese.

“I toni con cui il sindaco di Agrate Brianza attacca il progetto della Pedemontana – afferma Monti – non sono minimamente accettabili e ricordano certe barricate delle Istituzioni di Sinistra contro i cantieri TAV. È ridicolo che l’Amministrazione di Sinistra di Agrate oggi si dipinga tutta ecologista; non sono credibili, dopo che, nel 2016, hanno permesso la costruzione del più grande centro commerciale cinese d’Europa, di 35mila metri quadri, unicamente per portare a casa opere per il proprio Comune. E adesso il sindaco Sironi protesta perché Regione Lombardia finanzia la costruzione di strade di pubblica utilità?”.

“Gli ricordo”, prosegue il consigliere leghista, “che su mia richiesta Palazzo Pirelli ha deciso di istituire un tavolo ufficiale sulla Tratta D di Pedemontana. Solo che quando ho presentato la mozione di richiesta, proprio la Sinistra ha votato contro l’istituzione di questo momento di confronto. A questo punto è palese che sono loro a non voler il dialogo per non esporsi; hanno tutto l’interesse a non discutere ufficialmente di Pedemontana preferendo continuare unicamente ad alimentare polemiche sui giornali. Evidentemente non hanno il coraggio di dirci in faccia di essere contrari a una infrastruttura che invece è necessaria e che è richiesta a gran voce dai cittadini e dagli imprenditori”.

“A chi gioca a tenere il piede in due scarpe”, conclude Monti, “ricordo che noi della Maggioranza in Consiglio Regionale stiamo lavorando per trovare soluzioni valide anche per i cittadini e il territorio di Agrate, mentre il sindaco ed i suoi colleghi di partito hanno l’unico obiettivo di spaventare le persone strumentalizzando questioni importanti e strategiche pur di attaccare l’avversario politico. Da che pulpito, poi: bravi a pontificare e a convertirsi all’ambientalismo spicciolo, sono gli stessi che deturpano il nostro territorio e il nostro tessuto commerciale dando il via libera al più grande centro commerciale cinese d’Europa…”.

Condividi

Join the Conversation