Firmato il protocollo tra il San Gerardo e la Fondazione Morandi

MONZA – La Fondazione Morandi ETS e l’IRCCS San Gerardo hanno annunciato la firma di un protocollo per la realizzazione di progetti congiunti in ambito sanitario. Una collaborazione iniziata...

556 0
556 0

MONZA – La Fondazione Morandi ETS e l’IRCCS San Gerardo hanno annunciato la firma di un protocollo per la realizzazione di progetti congiunti in ambito sanitario. Una collaborazione iniziata fin dalla nascita della Fondazione, ma che ora si evolve sviluppandosi in un piano triennale che interesserà diverse aree di intervento:

“Oggi è una giornata importante per noi della Fondazione – ha commentato Matteo Morandi, Presidente della Fondazione Morandi – e ringrazio personalmente il Presidente Claudio Cogliati, il Direttore Generale Silvano Casazza e il Direttore Sanitario Aida Andreassi. Questo protocollo vuole essere l’inizio ufficiale di una collaborazione che speriamo possa contribuire al benessere di tutta la comunità monzese, perché come ci piace dire e ricordare sempre, far del bene ti fa bene. Sono tanti i progetti in arrivo e tante le persone che potranno essere coinvolte: questo grande cantiere in continua evoluzione deve essere motivo d’orgoglio per tutto il territorio”.

“Desidero esprimere la mia sincera gratitudine alla Fondazione Morandi per il profondo impegno e la collaborazione che si è instaurata – ha sottolineato Claudio Cogliati, Presidente della Fondazione IRCCS San Gerardo dei Tintori di Monza -. La firma del protocollo per la realizzazione di progetti congiunti in ambito sanitario rappresenta un passo significativo. Crediamo fermamente nell’importanza di investire nell’aggiornamento professionale del personale medico e infermieristico, nell’accesso equo ai servizi sanitari e nel potere terapeutico dell’arte nell’ambiente ospedaliero. Con il prezioso contributo e il sostegno della Fondazione Morandi, siamo certi di poter lasciare un impatto significativo sulle vite delle persone e sulla qualità complessiva dei servizi sanitari offerti nella nostra comunità. Non vedo l’ora di vedere i frutti di questo importante partenariato”.

La collaborazione prevede il finanziamento diretto da parte della Fondazione Morandi ETS di corsi per la formazione e per il personale sanitario della S.S.D. Chirurgia d’Urgenza, di cui alcuni già erogati nei mesi precedenti, con l’obiettivo di avere sul territorio monzese medici ed infermieri di altissima competenza chirurgica nel settore del Trauma e dell’Urgenza e Chirurgia Addominale: un passo fondamentale per équipe mediche in continuo aggiornamento con gli ultimi progressi scientifici, tecnici e metodologici. Il programma sarà dedicato a un massimo di cinque professionisti all’anno e per una durata che varierà in base al loro livello di seniority. I medici e gli infermieri da inserire nel programma saranno indicati attraverso il Dr. Stefano Perrone, Responsabile S.S.D. Chirurgia di Urgenza, mentre la Fondazione Morandi ETS si farà carico dell’organizzazione e del costo dei corsi, oltre che della comunicazione e promozione del progetto.

Un’altra area di intervento riguarderà il sostegno ai pazienti senza possibilità economiche e che necessitano di percorsi riabilitativi, non assicurati dai LEA, al fine di perseguire una qualità di vita normale e sostenibile attraverso percorsi di riabilitazione motoria (ortopedica, generale, respiratoria, pediatrica e neonatale), psicologica e meccanica.

Terzo capitolo della collaborazione sarà “Arte in ospedale”, un progetto che ha lo scopo di creare ambienti di cura confortevoli, anche a fini terapeutici, e aprire gli spazi ospedalieri a stimoli vitali e di speranza, sia per i pazienti che per gli operatori, in aree come il Pronto Soccorso e la Neuropsichiatria infantile.

LA FONDAZIONE MORANDI ETS
La Fondazione Morandi, nata a seguito di un evento traumatico e imprevedibile per la famiglia Morandi, ha l’obiettivo di mettere in pratica il concetto del «give back» anglosassone: ricordare il “dono” e la “seconda volta” ricevuti e ricambiare per dare vita a un circolo virtuoso. La Fondazione ha un focus nell’ambito della chirurgia d’urgenza e del trauma, attraverso la formazione del personale specializzato, la ricerca scientifica e il supporto ai pazienti in fase di riabilitazione. La Fondazione opera inoltre in ambito scolastico, in particolare per sostenere gli studenti degli Istituti Superiori nell’accesso all’Università di Medicina. Un ulteriore campo d’intervento riguarda lo sport, con la finalità di sostenere l’attività di atleti con DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento) nel mondo dello sport professionistico.

Condividi

Join the Conversation