Tunland G7, il primo pick up del marchio cinese Foton ad essere importato in Italia

di Silvia Terraneo – Fuga on the road destinazione Eataly a Verona… all’interno tra delizie e prelibatezze stop al museo della ghiacciaia con nuova vita, uno spazio dedicato...

1034 0
1034 0

di Silvia Terraneo – Fuga on the road destinazione Eataly a Verona… all’interno tra delizie e prelibatezze stop al museo della ghiacciaia con nuova vita, uno spazio dedicato all’arte, alla cultura.

In questa occasione alla presentazione nazionale alla stampa italiana di Foton Tunland G7, primo pick up del marchio cinese Foton ad essere importato sul nostro mercato italiano da Eurasia Motor Company di Palazzolo sull’Oglio (BS).

Ho raccolto per voi in questo video tutte le informazioni e i dettagli con una bella intervista a Federico Daffi – Presidente di EMC

La collaborazione tra Foton ed EMC inizia con la commercializzazione di un pick up denominato Tunland G7. Federico Daffi, presidente di EMC, EMC vuole proporsi come la porta ideale tra la Cina e l’Italia per favorire l’ingresso nel mercato automobilistico di nuovi qualificati attori.

L’intento di EMC, grazie all’esperienza maturata e ai risulti ottenuti in questi anni nei rapporti con produttori cinesi, è quello di importare e distribuire marchi e veicoli che possano offrire ai clienti italiani vetture performanti con un buon rapporto qualità-prezzo.

Su cosa può contare EMC?
Per la realizzazione degli obbiettivi commerciali e d’immagine Eurasia Motors può contare su una rete di dealer professionisti, presenti capillarmente sull’intero territorio nazionale, che comprende circa 60 punti vendita e assistenza, che fanno capo alla sede di Palazzolo sull’Oglio in provincia di Brescia, che gestisce customer care, ricambi meccanici e di carrozzeria, con grande efficienza, velocità e dinamismo.

Il brand Foton sarà disponibile, inizialmente con il pick up Foton Tunland G7, dal  design aggressivo, muscoloso e importante, proposto nella versione double cab, 4 porte, 5 posti, con motore diesel 2.000 cc da 162CV, trazione integrale inseribile, cambio manuale a 6 marce oppure cambio automatico a 8 rapporti, entrambi con riduttore. Già in listino le versioni di lancio rispettivamente a 31.000 e 33.000 euro.

“Molti produttori stanno abbandonando il segmento dei pick-up.” – afferma Federico Daffi, Presidente di Eurasia Motor Company –  “Noi abbiamo scelto di andare contro corrente importando un prodotto di qualità ad un prezzo accessibile. Siamo attivi da quasi 20 anni e ci siamo specializzati nelle relazioni con i produttori cinesi e nella proposta di modelli made in China che sappiano offrire tutte le garanzie in termini di prestazioni e caratteristiche richieste dal nostro mercato. Abbiamo una lunga esperienza e una competenza tecnica molto ampia, e per questo sappiamo scegliere modelli e progetti vincenti per l’utenza nazionale. Oltre a collaborare con produttori fidati che selezioniamo e scegliamo perché soddisfino standard qualitativi in linea con le nostre richieste, garantiamo un servizio post-vendita eccellente in termini di assistenza e ricambi, capace di fidelizzare il cliente e seguirlo per tutta la durata di utilizzo del mezzo acquistato”.

La rete di punti vendita specializzata nel trattare il prodotto industriale e il segmento dei pick-up conta, al  momento, 30 centri: si tratta solo dell’inizio di questo progetto, che vede l’aggiunta di quasi un nuovo dealer a settimana, accuratamente selezionato da parte della casa madre che sceglie partner competenti e professionali, sui quali investire con progetti di formazione e sviluppo.

Tunland G7 è per soddisfare coloro che cercano un veicolo versatile, potente e ricco di contenuti tecnologici d’avanguardia.
Foton ha collaborato, per la realizzazione del pick-up, con rinomate multinazionali che si occupano della progettazione e realizzazione di tecnologie per il settore automotive e monta accessori prodotti da esse: ad esempio, il cambio automatico con selettore modalità Eco e Sport realizzato dalla tedesca ZF, il bloccaggio automatico del differenziale dell’asse posteriore dell’americana Eaton, il turbo compressore di ultima generazione a geometria variabile e sistema di trazione 4×4 intelligente, con controllo elettronico inseribile con quattro modalità 2H/AUTO/4H/4L, prodotti dal leader mondiale americano BorgWarner e, infine, la centralina di alimentazione motore e della gestione dei controlli di trazione della rinomata Bosch.

Tunland G7, le cui generose dimensioni vedono una lunghezza di 5,340 metri, una larghezza di 1,940 metri e un’altezza fra 1,870 e 1,905 metri, presenta un cassone altrettanto capiente con una lunghezza di 1,520 metri, una larghezza di 1,580 metri e un’altezza di 44 cm. Con un’altezza minima da terra di 20 cm e un passo di 3,110 metri, Tunland G7 è disponibile in versione 4×4 ad inserimento elettronico e marce ridotte. Offre una motorizzazione diesel da 1968cc e 162cv (119 kw), capace di erogare una coppia massima di 388 NM. Il motore Aucan è stato progettato per contenere il peso e garantire massima efficienza e durata; è inoltre equipaggiato con sistema di iniezione Bosch che assicura emissioni conformi alla normativa Euro 6E.

ZF a otto marce…. Punti di forza
La meccanica del Tunland G7 associa componenti di produzione del gruppo cinese, come il motore turbodiesel Aucan 4 cilindri 2.0 litri da 162 CV e 388 Nm, ad altri di progettazione occidentale, dallo stesso sistema di iniezione del propulsore, al cambio automatico ZF a 8 rapporti, proposto in alternativa al manuale a 6 marce e dotato di due modalità di funzionamento (Eco o Sport). C’è poi il sistema di trazione integrale BorgWarner, completo di selettore per scegliere fra la sola trazione posteriore, l’integrale con ripartizione automatica della coppia fra i due assi o a rapporto fisso e, infine, la modalità 4×4 con ridotte. La dotazione di sicurezza e di ausili alla guida dell’unico allestimento disponibile include sei airbag, allarme anticollisione anteriore, avviso di cambio corsia, rilevamento dell’angolo cieco e della presenza di veicoli in arrivo in caso di cambio di corsia o di uscita in retromarcia dal parcheggio.
Quanto alla capacità di carico, il cassone misura 1,52 metri in lunghezza e 1,58 in larghezza, con sponde alte 44 cm, mentre la portata è attorno ai 900 kg.

Per quel che concerne gli allestimenti, Foton Tunland G7 è disponibile in un’unica versione che include di serie tutto quanto ci si può attendere da una vettura d’alta gamma: interni in pelle con finiture a nido d’ape e sedili regolabili elettricamente, cruise control, sensori di parcheggio abbinati alla telecamera a 360 gradi, sistema multimediale con display da 10.25 pollici touch screen, display multifunzione a colori da 7 pollici integrato nel quadro strumenti, illuminazione d’ambiente tramite LED con possibilità di scelta fino a 7 colorazioni e chiavi smart con apertura e chiusura automatica.

Dal punto di vista della sicurezza di guida Tunland G7 rispetta gli standard più elevati: dispone infatti, di serie, di 6 air-bag e di un impianto frenante con 4 freni a disco abbinato al dispositivo ESP BOSCH che include ABS, EBD e TCS.

Insieme al sistema di telecamere e sensori radar che equipaggiano il veicolo, son presenti i seguenti dispositivi ADAS: Forward Collision Warning (FCW), in grado di prevenire collisioni con i veicoli che precedono o con i pedoni in attraversamento, Lane Departure Warning (LDW), che avvisa il conducente in caso di cambio di corsia non voluto, Blind Spot Detection (BSD) con Lane Change Assist (LCA), che rileva la presenza di veicoli nella zona cieca degli specchietti retrovisori avvisando del pericolo il guidatore in caso di cambio di corsia, e Rear Cross Traffic Alarm (RCTA), che ha il compito di avvisare il conducente in caso di veicoli sopraggiungenti  durante le manovre in retromarcia.

Due nozioni su FOTON
Foton è una azienda cinese fondata nel 1996 con sede a Pechino e controllata da BAIC Group.

BAIC Group è la prima casa automobilistica con sede a Pechino che venne fondata nel 1953 con il supporto dello stato cinese. Successivamente ampliò la propria produzione ai mezzi commerciali e militari espandendo il proprio business. BAIC produce anche autovetture per conto di Hyundai e Mercedes-Benz attraverso le joint venture Beijing Hyundai e Beijing Benz Foton, che è specializzata nella produzione di veicoli commerciali leggeri e pesanti, autobus, veicoli fuoristrada e pick-up.Oggi Foton ha siglato diversi accordi strategici con partner stranieri, tra cui Cummins per la produzione di motori in Cina, Daimler AG per la produzione di camion leggeri e pesanti, ZF per lo sviluppo di trasmissioni, telai e tecnologia di sicurezza attiva e passiva e Piaggio per il settore dei microvan.
FOTON, oltre ad avere + 7.000 centri di vendita e assistenza in Cina, ha creato una rete di + 2.400 Service&Sales in oltre 80 paesi e regioni che coprono le principali regioni di Asia, America, Africa ed Europa. Foton fa affidamento sulla rete di distribuzione mondiale per fornire agli utenti prodotti standard, servizi, formazione e supporto tecnico. Foton ha lanciato gradualmente il servizio “Total Care” che conta 13 centri di distribuzione regionali, 12 centri di formazione nei principali paesi serviti e oltre 1500 punti Service all’estero. Foton ha costantemente migliorato il proprio sistema di servizi globale per soddisfare le esigenze dei clienti e fornire loro esperienze più profonde. Foton Motor Group ha creato tre centri logistici principali in Cina, che coprono quasi 400 acri, con un investimento totale di oltre 2,5 miliardi di dollari. Con un magazzino tridimensionale elevato, attrezzature moderne, un sistema informativo di gestione del magazzino di livello mondiale, tecnologia di lettura dei codici a barre, terminali mobili PDA e molto altro, ha raggiunto un elevato livello di gestione delle informazioni dei suoi magazzini. Foton ha costruito centri di distribuzione a Panama, Dubai, Germania, Russia, Indonesia, Brasile, Tailandia, Kenya e altri paesi. Ad oggi FOTON ha cumulato più di 10M di veicoli venduti in tutto il mondo.

Side Academy di Verona che ha realizzato il fantastico video di presentazione del nuovo pick up Tunland G7

Un incontro scritto negli astri del successo, quello tra Foton Motor e la Side Academy di Verona che ha realizzato il fantastico video di presentazione del nuovo pick up Tunland G7, regalando allo spettatore le stesse emozioni forti degli effetti speciali solitamente ammirati al cinema.

Foton opera infatti nel settore dei veicoli commerciali leggeri e pesanti in una riconosciuta posizione di leadership analoga a quella di Side Academy in quello della formazione dei 3D Artist, i professionisti della computer-grafica destinati a creare e modellare il nostro futuro lavorando ai massimi livelli in ambiti come il cinema di animazione, i videogame, gli spot pubblicitari e comunicazione e comparti industriali come per l’appunto l’automotive e la moda.

Si tratta di autentici Maestri dei Visual Effects con cui, a seconda dell’occorrenza, danno vita danno vita ai draghi, ai supereroi, ai guerrieri, ai cyborg, alle astronavi, ai metaversi, ai regni incantati e a quant’alttro dà forma all’immaginario fantastico del XXI secolo.

Nata nel 2017 da un’intuizione del suo Ceo Founder Stefano Siganakis, Side Academy può attualmente contare su circa 150 iscritti, tutti con diploma di scuola superiore o laurea, suddivisi tra i corsi della “Triennale” e del Master di 18 mesi. Il numero degli studenti è in continuo aumento, come ci si può aspettare da una Academy i cui diplomati trovano posizioni lavorative di eccellenza per conto di “major” dell’animazione cinematografica come Weta, Disney e Marvel, oltre ad avere la possibilità di operare all’interno di Wargames Studio, la start-up produttiva sorta parallelamente alla stessa Side Academy.

Approdi professionali che non stupiscono considerando l’assoluta eccellenza dei docenti di Side Academy, 3D Artist del livello di Sarah Arduini, Premio Oscar nel 2017 per gli effetti speciali de “Il libro della giungla”, realizzati all’interno della Disney.

Tra i primi progetti curati da Wargames Studio spiccano “Juliet Untold”, videogame incentrato su una rivoluzionaria visione del “Giulietta e Romeo”, e “Willy” corto di animazione dedicato a Willy Monteiro, il giovane capoverdiano ucciso tre anni fa nei pressi di Roma da un “branco” di bulli. Questa attività “in proprio” di Side Academy corre parallela a quella su commissione, che ha già portato alla realizzazione degli effetti digitali negli ultimi due film di un maestro come Pupi Avati: “Dante” e “La quattordicesima domenica”.

Si esprime così quell’Alta Qualità 3D grazie a cui Side Academy, che per le proprie attività didattiche può contare sulla partnership di un gruppo bancario come Intesa Sanpaolo, è dal 2021 ospite fissa del Festival del cinema di Venezia, dove caratterizza il programma degli eventi collaterali con la sua fantastica “Notte dei Draghi d’Oro”.
Nella prossima edizione del gala veneziano, all’interno del prestigioso portfolio di Side Academy troverà posto anche questo stupefacente video realizzato per Foton Motor.

Leggi tutti gli articoli della nostra rubrica MOTORI IN DIRETTA a firma di Silvia Terraneo (a questo link la sua pagina Instagram She Motori)

Condividi

Join the Conversation