Serie D, sconfitte Seregno e Folgore Caratese

di Cristiano Comelli – Sorride soltanto la Giana Erminio. Per Folgore Caratese e Seregno è invece una giornata da dimenticare. Vediamo nei dettagli cosa è accaduto nel turno...

769 0
769 0

di Cristiano Comelli – Sorride soltanto la Giana Erminio. Per Folgore Caratese e Seregno è invece una giornata da dimenticare. Vediamo nei dettagli cosa è accaduto nel turno del girone A della serie D finito da poco agli archivi.

FOLGORE CARATESE- VARESINA 0-2

Nulla da fare per la pattuglia di Giuliano Melosi contro la scatenata matricola rossoblù che contro di loro non aveva finora mai vinto. La Varesina colpisce al 1′ della ripresa con un tiro dal limite dell’ex Vis Nova Giussano Orellana Cruz e poi raddoppia al 31′ con un diagonale di Ekuban. Barazzetta e compagni non bissano così il successo contro l’Alcione e restano quintultimi con sette punti.

LUMEZZANE- SEREGNO 4-0

Il presidente Iurato lo aveva definito nella conferenza stampa tenuta in settimana “il Real Madrid della serie D”. Il paragone è forse esagerato ma il Lumezzane ha dimostrato agli Spartans di essere squadra che punta all’approdo in Lega Pro imponendosi per 4-0 sul proprio campo. Castigatore della squadra di Maurizio Lanzaro è l’ex di turno Alessandro, autore di tre reti al 34′ della prima frazione e poi al 18′ e 30′ della ripresa. In mezzo il 2-0 di Parravicini al 3′ della ripresa. Per gli Spartans arriva quindi una sconfitta che non subivano dalla giornata d’esordio contro l’Arconatese. I punti in classifica restano nove.

FORLI’ -GIANA ERMINIO 1-4

Nessuno la ferma. La Giana Erminio si impone disinvoltamente per 4-1 sul campo del Forlì e conserva saldamente la testa della classifica con 23 punti e cinque di vantaggio sull’Aglianese seconda sconfitta con un netto 3-0 in casa dalla Sammaurese. I biancocelesti, che restano imbattuti, cominciano il festival del gol al 14′ con un’incornata di Fall su assist di Marotta. Al 39′ Caferri ribadisce in rete una respinta del portiere forlivese Ravaioli su precedente tiro di Perna. Al 5′ della ripresa Maini, di testa, accorcia le distanze. Al 47′ Fall realizza il 3-1 e al 48′ Ballabio cala il poker.

Photocredits

Condividi

Join the Conversation