Giustizia sportiva: la Folgore Caratese retrocede in Eccellenza

di Cristiano Comelli – Tutto ribaltato. La Folgore Caratese scivola in Eccellenza per effetto del 3-0 a tavolino che la Corte d’ Appello Federale ha deciso di assegnare...

603 0
603 0

di Cristiano Comelli – Tutto ribaltato. La Folgore Caratese scivola in Eccellenza per effetto del 3-0 a tavolino che la Corte d’ Appello Federale ha deciso di assegnare al Città di Varese per la sfida playout della scorsa domenica.

I varesini avevano presentato reclamo al Giudice Sportivo, alla fine del match vinto dai brianzoli per 2-0 lamentando le dimensioni troppo basse delle porte. Vistosi respinto.il ricorso, il Cdv si è allora rivolto alla Corte d’Appello federale che gli ha dato ragione e ha così sancito la sua permanenza in serie D.

La Folgore Caratese, però, non ci sta e promette battaglia facendo a sua volta ricorso al Coni. “In relazione all’accoglimento in data odierna del reclamo del Città di Varese srl da parte della Corte Sportiva d’Appello – recita una nota della società – in merito alla gara playout Folgore Caratese- Città di Varese , sentenza con cui si assegna la vittoria a tavolino per 3-0 agli ospiti e che di fatto ribalta il pronunciamento del Giudice Sportivo emesso in data 16 maggio 2023, la Folgore Caratese comunica che farà ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport nei termini del Codice di Giustizia Sportiva”. Insomma, la parola fine non è ancora stata scritta.

“Noi – controbatte il presidente del Città di Varese Stefano Amirante- sosteniamo che quel campo fosse viziato da irregolarità e che la partita non dovesse essere giocata, ci sentiamo dalla parte della ragione e sono soddisfatto che la sentenza l’abbia riconosciuto”.

Photocredits

Condividi

Join the Conversation