Due rigori e il Vichingo, il Monza batte il Frosinone

di Cristiano Comelli – Primo scoglio superato. Il Monza battezza la stagione agonistica ufficiale come meglio non potrebbe superando il primo turno di “Coppa Italia” grazie al 3-2...

287 0
287 0

di Cristiano Comelli – Primo scoglio superato. Il Monza battezza la stagione agonistica ufficiale come meglio non potrebbe superando il primo turno di “Coppa Italia” grazie al 3-2 inflitto al Frosinone all’U Power. Uomo chiave è stato Gytkjaer che ha realizzato la rete decisiva a sette minuti dal triplice fischio. I brianzoli si sono trovati di fronte un Frosinone volitivo che, sotto di due reti, ha avuto il merito di non scomporsi e di ribaltare la situazione fino a pareggiare. Poi, appunto, la zampata finale di Gytkjaer. Nei sedicesimi, ora, Mota Carvalho e compagni faranno visita all’Udinese.

PRIMO TEMPO – Dopo alcune fiammate iniziali da una parte e dall’altra ma specialmente di marca monzese al 23′ la compagine di Giovanni Stroppa sblocca il risultato grazie a un calcio di rigore trasformato dall’ex Spal e Verona Valoti e concesso per un fallo di Kone su Birindelli. Al 26′ Kone cerca di farsi perdonare l’errore ma il suo tiro è ben sventato da Cragno. Il Frosinone mette al bando ogni timore reverenziale e spinge con decisione alla ricerca del pareggio, non è però la conclusione dal limite di Caso al 30′ a poterglielo regalare. Il Monza prova ad allungare ma al 40′ la conclusione in spaccata di D’Alessandro su invito di Birindelli non genera un esito apprezzabile. Al 41′ fallo di Oyono su Valoti e per il direttore di gara Serra di Torino è rigore. Dagli undici metri è stavolta Caprari a incaricarsi dell’esecuzione e a svolgere il compitino a dovere: 2-0. Caprari si sente particolarmente in vena a prova a concedere il bis al 45′ di testa ma la sfera non inquadra lo specchio della porta. Si va al riposo con un Monza in vantaggio con merito ma con una squadra ciociara tutt’altro che arrendevole.

SECONDO TEMPO – Al 7′ il Frosinone la riapre grazie a una sfortunata autorete di Ranocchia su tiro di Haoudi. Il Frosinone comincia a crederci e all’11’ azzera lo svantaggio siglando il 2-2 con Kone che diventa così da protagonista negativo per il rigore procurato contro i suoi a positivo per il rilancio delle loro quotazioni; Barberis non disimpegna a dovere sugli sviluppi di un corner e l’attaccante frusinate ringrazia infilando Cragno. Non accade più nulla di apprezzabile fino al 30′ quando Mota Carvalho prova a sorprendere dal limite Turati senza riuscirvi. Il Monza ha però il colpo in canna e lo spara al 38′ con il suo gioiellino made in Danimarca Gytkjaer che, servito da Colpani, conferma, se mai ve ne fosse bisogno, di essere un goleador di razza. Monza di nuovo avanti Al 45′ il Frosinone potrebbe clamorosamente riaprire tutto con un’inzuccata di Lucioni ma la mira non è compresa nel pacchetto conclusione e il Monza può salire sul treno che lo condurrà al secondo turno.

FORMAZIONI

MONZA: Cragno, Marlon (27’s.t: Antov), Ranocchia A., Carlos, Birindelli, Ciurria (35’s.t: Colpani), Barberis (35’s.t: Machin), Valoti (12’s.t: Sensi), D’Alessandro, Caprari (27’s.t: Gytkjaer), Mota Carvalho. A disposizione: Di Gregorio, Sorrentino, Caldirola, Marrone, Carboni, Molina, Vignato. All.Giovanni Stroppa.

FROSINONE: Turati, Oyono, Lucioni, Szyminski, Cotali, Rohden (9’s.t: Ciervo), Boloca, Kone (21’s.t: Lulic), Caso (40’s.t: Bocic), Moro (40’s.t: Mulattieri), Haoudi (9’s.t: Garritano). A disposizione: Loria, Marciano, Kala, Monterisi, Bracaglia, Borrelli. All.Fabio Grosso.

Arbitro: Marco Serra di Torino

Marcatori: p.t: 25′ (Rig) Valoti (M), 43′ (Rig )Caprari (M). S.t: 7′ Ranocchia (Aut) (M), 11′ Kone (F), 38′ Gytkjaer (M).

Photocredits

Condividi

Join the Conversation