Coppa Italia, il Monza sconfitto 2-1 dalla Juve

TORINO – La vittoria a sorpresa del campionato per 1-0 non si è ripetuta. Il Monza, pur sfoderando un’ottima prestazione, esce sconfitto per 1-2 dalla sfida di Coppa Italia...

433 0
433 0

TORINO – La vittoria a sorpresa del campionato per 1-0 non si è ripetuta. Il Monza, pur sfoderando un’ottima prestazione, esce sconfitto per 1-2 dalla sfida di Coppa Italia con la Juventus e deve salutare il torneo. La squadra di Raffaele Palladino esce però a testa altissima essendosi battuta per ampi tratti alla pari con i bianconeri e senza alcun timore reverenziale. La Juventus fa così il miglior regalo di benvenuto al suo nuovo presidente Gianluca Ferrero, subentrato ad Andrea Agnelli nell’ambito della rivoluzione vissuta dalla dirigenza della società.

PRIMO TEMPO – I ritmi si presentano alti da subito. Al 6′ la Juventus ci prova con Fagioli che, servito dalla fascia sinistra e non adeguatamente controllato da Antov, conclude fuori di poco. Due minuti dopo i bianconeri passano in vantaggio: Mc Kennie pennella un cross perfetto dalla sinistra per Kean che, di testa, non lascia scampo a Cragno, messo in campo come turnover al posto del titolare del campionato Di Gregorio. Al 15′ i padroni di casa provano ad allargare il bottino con Paredes ma il suo tiro è respinto dal portiere ex Benevento e Cagliari con i pugni. Un cross di Gatti al 23′ non sorprende affatto il portiere monzese. La squadra di Palladino gioca con buone geometrie imbrigliando spesso la manovra bianconera e al 25′ perviene al meritato pareggio con un’incornata di Valoti che ritorna nel modo migliore segnando sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto dalla destra dall’ex Trapani Colpani. Un minuto dopo quest’ultimo si mostra ancora a suo agio nei panni del rifinitore mettendo Pessina in condizioni di colpire, Perin, però, capisce tutto e sventa l’insidia uscendo d’anticipo. Al 34′ è la Juventus a pungere con Iling jr che si accentra bene e dal limite conclude però fuori misura. Due minuti dopo Soulè, sempre dalla lunga distanza, costringe Cragno a salvarsi in corner. Finisce così 1-1 una prima frazione ad alta densità di spettacolarità da ambo le parti.

SECONDO TEMPO – Il Monza prova a crederci e al 2′ Perin deve intervenire in due tempi per bloccare un sinistro di Ranocchia. Al 5′ la Juventus replica con Kean che, servito da Danilo, si trova a tu per tu con Cragno ma si beve malamente l’occasione di regalarsi la doppietta personale e portare in vantaggio nuovamente i suoi. Il Monza , però, non sta a guardare e al 6′ intona il controcanto con un’incornata di Gytkjaer che si perde fuori misura. I biancorossi tengono il pallino del gioco e provano ad affondare la lama in altre due occasioni con il ben ispirato Colpani che, dopo avere propiziato la rete del pareggio, si mette in proprio al 26′ sparando alto dal limite e al 28′ impegnando Perin in una parata a terra. Al 30′ la Juventus andrebbe in rete con un tapin di Kean susseguente a una respinta di Pablo Marì su tiro di Danilo ma Pezzuto ravvisa una posizione irregolare e annulla. E’ invece validissimo il gol che, al 33′, porta Chiesa con una conclusione a giro a regalare il nuovo vantaggio alla Juventus. Al 45′ Di Maria potrebbe calare il tris ma, scavalcato Izzo, cerca la conclusione d’accademia e spreca malamente concludendo in modo centrale su Cragno. Nel finale il Monza si butta generosamente in attacco ma ottiene soltanto una conclusione di Rovella al 47′ fuori misura. Biancorossi eliminati ma con onore. (articolo di Cristiano Comelli) 

TABELLINO

JUVENTUS – MONZA 2-1

JUVENTUS: Perin, Gatti, Rugani, Danilo, Mc Kennie, Fagioli (29’st Di Maria), Paredes, Miretti (15’st Locatelli), Iling jr (29’st Alek Sandro), Soulè (15’st Chiesa), Kean (37’st Milik). A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Bremer, Barbieri, Rabiot, Kostic. All.Marco Landucci (Massimiliano Allegri squalificato).

MONZA: Cragno, Marlon Santos, Pablo Marì, Carboni (11’st Carlos Augusto), Antov (37’st Sensi), Ranocchia, Pessina (11’st Rovella), D’Alessandro (21’st Izzo), Valoti (21’st Vignato), Colpani, Gytkjaer. A disposizione: Lamanna, Sorrentino, Machin, Barberis, Bondo, Caldirola, Colombo, Ferraris, Petagna. All. Raffaele Palladino.

Arbitro: Ivano Pezzuto di Lecce.
Marcatori: p.t: 9′ Kean (J), 25′ Valoti (M). S.t: 33′ Chiesa (J)

Photocredits

Condividi

Join the Conversation