Villasanta, un contributo a chi accoglie i profughi ucraini

VILLASANTA – Sostegno alle famiglie che hanno accolto ucraini in fuga dal loro paese e supporto a nuclei familiari in difficoltà. Quanto il comune di Villasanta si è...

196 0
196 0

VILLASANTA – Sostegno alle famiglie che hanno accolto ucraini in fuga dal loro paese e supporto a nuclei familiari in difficoltà. Quanto il comune di Villasanta si è visto donare dai suoi concittadini per effetto del 5 per mille imboccherà due direttrici precise.

“L’amministrazione comunale – si legge nella delibera di adozione dell’iniziativa – intende far sì che le risorse provenienti dal cinque per mille dell’Irpef relative all’esercizio finanziario 2020 siano destinate a sostenere le famiglie villasantesi che, a seguito dell’emergenza umanitaria derivante dal conflitto in essere tra Russia e Ucraina, hanno accolto presso il proprio domicilio profughi ucraini provenienti dalle zone di guerra, attraverso un contributo economico una tantum di 150 Euro per ogni profugo accolto e regolarmente presente sul territorio italiano”.

L’altro filone è costituito dalle famiglie di Villasanta in preda alla crisi economica che rende loro arduo il soddisfacimento anche delle esigenze essenziali: si tratta di quelle famiglie che, si legge sempre nella delibera, “nell’attuale contesto di grave crisi economico-finanziaria , ulteriormente aggravato dalle tensioni inflazionistiche derivanti anche dal conflitto russo-ucraino, sono assistite dal Banco Alimentare confederazione San Vincenzo- Parrocchia di Sant’Anastasia di Villasanta attraverso il cosiddetto pacco alimentare”.

Il contributo una tantum ammonta a 5094,98 Euro. Iniziative che, specifica infine il comune, “rientrano appieno nelle finalità e competenze in capo al comune nell’ottica di gestione degli interventi di natura socioassistenziale”. (articolo di Cristiano Comelli) 

Foto di Alexandra_Koch da Pixabay

Condividi

Join the Conversation