Monza, sgomberato il centro sociale Foa Boccaccio

MONZA – Operazione di sgombero, da parte degli agenti della questura, dell’area di via Rosmini occupata dal centro sociale Foa Boccaccio. «È stata ripristinata la legalità – ha...

693 0
693 0

MONZA – Operazione di sgombero, da parte degli agenti della questura, dell’area di via Rosmini occupata dal centro sociale Foa Boccaccio. «È stata ripristinata la legalità – ha commentato il Sindaco Dario Allevi, che ha proseguito: Non bisogna rischiare di cadere nell’equivoco della contrapposizione politica, precisa il Sindaco. La questione è molto più semplice: un’area privata non può essere occupata abusivamente. Il nostro ordinamento non prevede l’esproprio proletario. Riteniamo che nella nostra città non possano esistere “zone franche” e l’occupazione dell’area di via Rosmini non poteva essere più tollerata. Ringrazio tutti gli agenti delle forze dell’ordine che hanno partecipato all’operazione e la Questura che ha coordinato l’intervento e che sta facendo un lavoro enorme, anche in collaborazione con noi, per garantire la sicurezza sul territorio».

Non restiamo a guardare di fronte all’illegalità. Anche la Polizia Locale di Monza ha collaborato al blitz di stamattina in via Rosmini. “Lo sgombero di stamattina – ha sottolineato l’Assessore alla Sicurezza Federico Arena – è sicuramente un segnale positivo da parte dello Stato verso una sacca di illegalità intollerabile, alimentata da un gruppo di fuorilegge che giocano a fare gli anarchici credendosi intoccabili. Le regole, invece, valgono anche per loro. Ed è anche un sospiro di sollievo per i residenti che per anni sono stati costretti a vivere in ostaggio di questi facinorosi”.

“Questa Amministrazione – al contrario di altre – ha smesso di rimanere in religioso silenzio, non potendo più accettare il susseguirsi di occupazioni abusive dell’area di via Rosmini. Di fronte a situazioni di palese illegalità noi prendiamo posizioni ferme. Lo abbiamo fatto e lo faremo ancora”.

Condividi

Join the Conversation