Monza, cosa cambia in Piazza Cambiaghi

Nei giorni scorsi il Consiglio Comunale di Monza ha approvato la delibera che trasferisce definitivamente la proprietà di Piazza Cambiaghi al Comune di Monza, quindi lunedì 29 gennaio è...

301 0
301 0

Nei giorni scorsi il Consiglio Comunale di Monza ha approvato la delibera che trasferisce definitivamente la proprietà di Piazza Cambiaghi al Comune di Monza, quindi lunedì 29 gennaio è stata riconsegnata a Edilcentro Srl l’area di circa 2.990 metri quadri posta tra Piazza Cambiaghi e via Azzone Visconti, che resta di proprietà privata.

Ciò in vista della stipula definitiva dell’atto notarile con Edilcentro, fissata per venerdì 2 febbraio presso il Palazzo Comunale.

La nuova disposizione del mercato in Piazza Cambiaghi. Già da giovedì 1° febbraio, quindi, cambierà la disposizione delle bancarelle durante i mercati del giovedì e del sabato, secondo quanto approvato dalla Giunta Comunale.

Il mercato del giovedì – che conta 64 operatori presenti di cui 56 alimentari – torna alla collocazione sull’intera larghezza dell’area Cambiaghi, dopo che era stato sottoposto ad una momentanea dislocazione disposta a seguito dei lavori sul ponte Talamoni e delle necessità di distanziamento dettate dall’emergenza covid-19, motivi per i quali si estendeva anche alla zona ora restituita ad Edilcentro.

Per quanto riguarda il mercato del sabato, che conta il doppio delle bancarelle rispetto all’appuntamento del giovedì, alcune postazioni che hanno finora trovato posto nell’area di Edilcentro saranno redistribuite tra la restante parte dell’area Cambiaghi e le strade limitrofe.

I cambiamenti della viabilità. A seguito della nuova disposizione dei mercati, cambiano anche le regole di circolazione della zona. Nel primo periodo di applicazione le modifiche saranno sottoposte ad un attento monitoraggio e, se necessario, saranno soggette a migliorie. In particolare il giovedì dalle 6 alle 15.30 sarà in vigore il divieto di circolazione, sosta e fermata in piazza Cambiaghi nell’area compresa tra l’intersezione con via Colombo e le prese d’aria dell’autosilos interrato. Lo stesso divieto sarà in vigore ogni sabato dalle 6 alle 17, e in più saranno vietati circolazione, sosta e fermata in via Colombo; in via Spalto Piodo nel tratto compreso tra l’intersezione con via Colombo e il civico 8 di via Spalto Piodo; in via Cernuschi e in via Spalto Santa Maddalena nella piazzetta davanti ai civici 16 e 18 di Passerella dei Mercati. Pertanto tutti i veicoli che circolano su via Porta Lodi, giunti all’intersezione con via Carlo Porta avranno l’obbligo di svoltare a destra. Allo stesso modo se si arriva da via dei Molini si avrà l’obbligo di svoltare a destra una volta giunti all’intersezione con Spalto Santa Maddalena.

I veicoli dei residenti di Spalto Piodo diretti ai propri passi carrai e i mezzi del pronto intervento potranno accedervi, con entrata e uscita dall’intersezione tra via Azzone Visconti e via Spalto Piodo, che sarà disciplinata a doppio senso di circolazione a partire dall’intersezione fino al limite del mercato.

L’accesso pedonale alla piazza. L’area riconsegnata ad Edilcentro è già stata recintata lunedì 29 gennaio, garantendo tuttavia la piena percorribilità del percorso pedonale che collega piazza Cambiaghi al ponte pedonale che dà su via Spalto Piodo. Non è più consentito, invece, l’accesso a sud da via Visconti e si dovrà raggiungere la piazza da via Cernuschi o da Spalto Piodo.

Condividi

Join the Conversation