Renate, l’analisi del DS Oscar Magoni

RENATE – La delusione c’è ed è duplice. Per il momento contingente che ha visto il Renate chiudere la stagione con una sconfitta per 0-1 a Trento. E, più...

403 0
403 0

RENATE – La delusione c’è ed è duplice. Per il momento contingente che ha visto il Renate chiudere la stagione con una sconfitta per 0-1 a Trento.

E, più a largo raggio, per una stagione in cui è arrivata la salvezza ma che si è rivelata deficitaria rispetto agli obiettivi iniziali di playoff.

Il direttore sportivo delle pantere Oscar Magoni analizza la situazione senza nascondersi dietro un dito: “siamo arrivati alla fine – dice commentando una stagione terminata con il quindicesimo posto della squadra con 45 punti – è stata una stagione difficile, ci siamo salvati, avevamo obiettivi diversi, in casa siamo stati disastrosi e non meritavamo di andare nei playoff, ma nemmeno di retrocedere, ringrazio i due mister Pavanel e Colombo che hanno messo passione, impegno, determinazione, qualche delusione ma anche qualche gioia, ringrazio tutti i collaboratori della società che hanno voluto mettere un tassello in una situazione difficile, ci siamo salvati ma le nostre aspettative erano decisamente alte, campionato molto al di sotto delle possibilità, abbiamo avuto tre rotture di legamenti e altrettanti giocatori che rientravano dalla rottura dei legamenti, stagione di rincorsa in cui tutti, sicuramente, hanno mancato qualcosa, io sono il direttore sportivo e ho la maggiore responsabilità per tutto questo, cercheremo di attrezzarci meglio e di fare meno errori”. (articolo di Cristiano Comelli) 

Photocredits

Condividi

Join the Conversation