La Regione sostiene “Lissone Summer Time”

Mentre si stanno completando le attività promosse dal Comune di Lissone dedicate a bambini, ragazzi e giovani, è giunta la definitiva conferma del contributo regionale per sostenere tali attività....

357 0
357 0

Mentre si stanno completando le attività promosse dal Comune di Lissone dedicate a bambini, ragazzi e giovani, è giunta la definitiva conferma del contributo regionale per sostenere tali attività.

Il progetto del Comune “Lissone Summer Time” è stato infatti ammesso al finanziamento del bando regionale “E-Estate E+ Insieme”, che ha sostenuto l’iniziativa ricreativa dedicata all’infanzia e all’adolescenza promossa dall’Amministrazione Comunale per l’estate 2022.

Al progetto è stato concesso un contributo di 70.560 euro, pari all’80% del costo complessivo. La restante quota è stata cofinanziata dal Comune di Lissone, in qualità di ente capofila, e in parte dalle Scuole dell’infanzia paritarie Maria Bambina, Mater Divinae Providentiae, Maria Immacolata, enti partner dell’iniziativa comunale.

Il bando di Regione Lombardia “E-Estate E+ Insieme” si è proposto di sostenere interventi a livello territoriale per la promozione della socialità e più in generale del benessere fisico, psicologico e sociale dei minori nell’età 0-17 anni, favorendo l’attivazione coordinata di tutti gli enti in una logica di welfare di comunità, l’accessibilità e l’inclusività, per accrescere le opportunità di accesso ai servizi a sostegno del benessere dei minori e della conciliazione famiglia lavoro.

Lissone Summer Time” ha permesso di realizzare diverse attività coordinate sul territorio di Lissone, accessibili e inclusive, accrescendo l’offerta ricreativa ed educativa estiva destinata a bambini e ragazzi. In particolare, è stato possibile ampliare sia la capienza settimanale (da 225 a 270 posti) del centro ricreativo estivo comunale presso la primaria Moro rivolto ai bambini dai 6 ai 12 anni sia il numero di settimane di attivazione dello stesso (da 6 a 9 settimane), senza richiedere alcun costo aggiuntivo alle famiglie. Quest’anno, inoltre, la proposta di entrambi i centri ricreativi comunali ha incluso due gite: presso la società agricola Oriolo a Melzo per il centro estivo infanzia Cagnola e presso il parco acquatico Santa Maria di Vigevano per il centro estivo primaria Moro.

Presso le Scuole dell’infanzia paritarie lissonesi Maria Bambina, Mater Divinae Providentiae e Maria Immacolata, nel periodo di luglio, sono stati organizzati tre centri ricreativi estivi con l’obiettivo di accrescere l’offerta di servizi rivolta alle famiglie lissonesi per la cura dei minori durante il periodo di chiusura delle scuole.

w

Condividi

Join the Conversation