BrianzAcque: a Giussano count down per la partenza dei lavori cofinanziati con i fondi Pnrr

Lunedì, 12 giugno partiranno anche a Giussano  i lavori  del grande  progetto di BrianzAcque da 60  milioni, di cui 50 finanziati dal PNRR, per la riduzione delle perdite idriche e la digitalizzazione...

523 0
523 0

Lunedì, 12 giugno partiranno anche a Giussano  i lavori  del grande  progetto di BrianzAcque da 60  milioni, di cui 50 finanziati dal PNRR, per la riduzione delle perdite idriche e la digitalizzazione degli acquedotti di 21 comuni della Brianza.

Il primo intervento in programma consiste nella sostituzione di un intero tratto di acquedotto le cui tubazioni sono vecchie e ammalorate.  Ad essere coinvolte saranno via Cilea, via D’Azeglio (dall’incrocio con vie Bixio-Matella fino a via Pisacane) e via Pascoli (dall’incrocio con via Cilea fino a via Toscanini).

Delle tre arterie, la prima è situata in zona più centrale mentre le altre due nella frazione di  Birone. Un’ operazione strutturale che in totale riguarda il “ricambio” di oltre mezzo chilometro di tubazioni, per l’esattezza 575 metri, non più in grado di offrire un servizio affidabile ed efficiente.  L’obiettivo è recuperare 21,35 metri cubi di acqua al giorno, 7,7 mila metri cubi in un anno e incrementare così l’affidabilità della rete.

Con una spesa economica quantificata in 407 mila euro, si procederà alla rimozione delle condotte esistenti, per lo più in acciaio o ghisa. Al loro posto, verranno posate nuove tubature in polietilene ad alta resistenza.  Secondo i calcoli messi a punto dal settore Progettazione e Pianificazione della monoutility dell’idrico,  i lavori si protrarranno per quasi cinque mesi. 

Per effettuare la sostituzione dei “segmenti” di rete verrà utilizzata la classica tecnica dello scavo a cielo aperto.  La circolazione viabilistica sarà ridotta ad un’unica corsia e regolata da un impianto semaforico. Una volta completato l’intervento, BrianzAcque provvederà al riallaccio di tutte le utenze servite.

L’ammodernamento e la digitalizzazione degli acquedotti, cofinanziati con i fondi europei nella missione “rivoluzione verde e transizione ecologica”, componente “tutela e valorizzazione del territorio e della risorsa idrica” oltre ad abbattere  le perdite di “oro blu” e ad un  minor spreco idrico  porterà al risultato concreto di poter contare su una più ampia+ disponibilità di acqua per i cittadini anche in caso di periodi di siccità e ad una  maggiore  tutela dell’ambiente.

BrianzAcque e l’Amministrazione Comunale stanno operando in piena sinergia nell’intento di ridurre l’impatto dell’intervento sulla viabilità e sulla vita dei cittadini e contenere il più possibile i disagi.

Afferma Enrico Boerci, Presidente e AD di BrianzAcque: “A Giussano, l’opera  di riqualificazione di intere segmenti d’ acquedotto  ha un valore ancora più significativo rispetto ad altri comuni se si pensa che in passato i quartieri della zona alta del comune hanno fronteggiato estati con limitata disponibilità idrica. L’intervento Pnrr, insieme  al nuovo pozzo di via Pascoli che entrerà in funzione a breve, rappresenta  infatti  il coronamento di una lunga serie di azioni che, da una quindicina di anni a questa parte, la nostra azienda ha messo in campo per migliorare l’affidabilità dell’acquedotto fornendo ulteriori garanzie per la sicurezza dell’approvvigionamento di acqua potabile alla città” 

“L’intervento che BrianzAcque eseguirà nel nostro Comune avrà un impatto positivo nella vita quotidiana degli abitanti e contribuirà ad elevare il livello dei servizi forniti ai nostri cittadini. La costante interlocuzione con BrianzAcque consentirà di aprire ulteriori cantieri sul nostro territorio, intervenendo laddove erano state evidenziate criticità che i mezzi attuali consentono di risolvere – aggiungono Marco Citterio, Sindaco di Giussano e l’assessore ai Lavori Pubblici Giacomo Crippa – Come Amministrazione Comunale, a conclusione del cantiere di via D’Azeglio, eseguiremo opere a tutela della mobilità pedonale, con particolare attenzione al passaggio degli alunni diretti alle vicine scuole di Birone. Sono azioni che denotano una sempre maggior attenzione ad un territorio che sta cambiando e che ha nuove necessità”.

A Giussano, l’attuazione del  progetto Riduzione delle perdite, digitalizzazione e monitoraggio delle reti di distribuzione dell’acqua nei sistemi di acquedotto interconnessi Brianza Centro- Ovest e BRV ed uniti dell’ATO di Monza e Brianza”  prevede un altro  intervento di sostituzioni e  di tratte d’ acquedotto pubblico, in via Viganò e via Dante che sarà  effettuato  nel 2024.

Digitalizzazione e distrettualizzazione degli acquedotti

Come per tutti gli altri 20 comuni della Brianza Nord e Centro coinvolti dal progetto, anche a  Giussano, saranno avviate le attività di digitalizzazione che mirano alla trasformazione degli acquedotti in “acquedotti intelligenti” con approcci innovativi e vantaggiosi per i processi aziendali e per le nuove tecnologie nel rapporto con i cittadini-consumatori. In particolare, dando seguito ad una campagna avviata già del 2019, BrianzAcque ha in programma la radicale sostituzione di 72.044 contatori meccanici di vecchia generazione con nuovi apparecchi “intelligenti” -smart meters – che consentono al gestore di acquisire in tempo reale da remoto i consumi di ogni singola utenza con tutti i vantaggi in termini di continuità e trasparenza nel servizio fornito al consumatore finale. Inoltre, questi contatori di ultima generazione permettono di individuare anomalie, guasti e manomissioni offrendo la possibilità a BrianzAcque di conoscere sempre lo stato di salute dell’acquedotto e di effettuare interventi tempestivi e mirati in casi di necessità. Il rinnovo del parco contatori PNRR si protrarrà sino alla fine del 2025, al ritmo di circa 2 mila sostituzioni al mese.

Condividi

Join the Conversation