“Dimmi cosa mangi?” a Erba ciclo di incontri tra genitori e figli

Giovedì 3 Maggio, alle ore 21 a Erba (Co), in via Garibaldi 54, si terrà “Dimmi cosa mangi”, una serata aperta a tutti e gratuita...


352 0
352 0

Giovedì 3 Maggio, alle ore 21 a Erba (Co), in via Garibaldi 54, si terrà “Dimmi cosa mangi”, una serata aperta a tutti e gratuita all’interno del ciclo di incontri “Dammi una mano a crescere ancora. Vivere insieme, tra paure e fragilità”, patrocinato dal Comune di Erba, sulle relazioni tra figli e genitori anziani organizzato dall’Istituto San Vincenzo con l’obiettivo di fornire indicazioni utili per cercare di assistere un anziano in casa e preservare al meglio quel legame unico e indissolubile tra genitori e figli.

Nel corso della serata l’infermiera Manuela Alunni rifletterà su come cambiano le esigenze alimentari con l’avanzare dell’età e di quali siano i segnali da tenere in considerazione nel comportamento dell’anziano.

Come fare la spesa? Quali cibi scegliere? Come assistere in casa l’anziano nella preparazione di pasti adeguati? Dove la famiglia non può sorvegliare il parente, esistono figure professionali di supporto?

«Apatia, solitudine e inappetenza sono dei compagni pericolosi nelle persone anziane. Noi figli, spesso pensiamo di avere tutto sotto controllo e, invece, non ci accorgiamo che il frigorifero non è ben rifornito, che la dispensa non ha i soliti alimenti utilizzati, che nel congelatore stazionano cibi congelati da molto tempo, che l’immondizia non viene suddivisa correttamente, oppure che le pentole non vengono più adoperate nel modo giusto, per esempio il pentolino del latte viene usato per cucinare anche altre pietanze», afferma l’infermiera Alunni.

«Con la mancanza di appetito, le persone anziane prendono delle scorciatoie alimentari che a lungo andare provocano gravi mancanze di micronutrienti fondamentali per l’ottimale funzionamento dell’organismo», continua Alunni. «Se vitamine e minerali sono insufficienti, possiamo pensare di trovarci di fronte a una persona compromessa da un punto di vista cognitivo, quando invece potrebbe essere questa mancanza a creare un’apparente demenza». Prestare attenzione a cosa si mangia a qualunque età è fondamentale per mantenere in equilibrio il corpo e non perdere il piacere di mangiare bene.

L’ultimo incontro in programma, martedì 15 maggio, vedrà protagonista l’avvocato Monica Linda Mariani che metterà in evidenza come nell’assistere un anziano “Non siamo soli”, grazie a normative e servizi a supporto delle persone fragili.

Commenti