Da Monza alla Valtellina: rom fermato dai carabinieri

Giovedì mattina 29 Novembre, in via Piazzi a Sondrio, i militari della stazione dei Carabinieri del capoluogo sondriese hanno proceduto al controllo di un cittadino...


171 0
171 0

Giovedì mattina 29 Novembre, in via Piazzi a Sondrio, i militari della stazione dei Carabinieri del capoluogo sondriese hanno proceduto al controllo di un cittadino straniero notato a mendicare con insistenti  richieste di elemosine ai passanti.

Quest’ultimi hanno richiesto l’intervento dei militari che procedono al controllo accompagnandolo  presso gli  uffici dove è stato identificato. Si tratta di  D.M.  anni 41 di origine romena dimorante presso un campo nomadi di Monza.

Dall’accertamento l’uomo è risultato avere numerosi precedenti di polizia ed anche un provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale emesso nei suoi confronti dal Prefetto di Como  al quale non ha ottemperato nei termini prescritti.

Pertanto è stato deferito all’Autorità Giudiziaria  di Sondrio per la violazione Penale “dell’inosservanza al provvedimento dell’Autorità”. E’ stato accompagnato presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Sondrio, che si è subito attivata ed ha  riscontrato che, seppur cittadino originario dell’U.E., si tratta di soggetto già gravato da precedente provvedimento emesso dal Prefetto di Como, a cui non aveva ottemperato.

La Prefettura di Sondrio, ha nuovamente intimato di lasciare il territorio italiano entro il termine di 10 giorni,  perché persona che rappresenta minaccia per la sicurezza pubblica, in quanto gravato da precedenti penali e non svolge attività lavorativa regolare.

Commenti