“Energie in gioco”, nuovo progetto di CREDA Onlus promosso da BrianzAcque

BrianzAcque continua a investire sugli studenti quali attori fondamentali in questa fase di transizione ecologica per la costruzione di un mondo più equo  e sostenibile. E, ancora una volta,...

430 0
430 0

BrianzAcque continua a investire sugli studenti quali attori fondamentali in questa fase di transizione ecologica per la costruzione di un mondo più equo  e sostenibile.

E, ancora una volta, lo fa con I laboratori STEM, realizzati da CREDA Onlus nel nuovo Spazio Invento, Centro dedicato all’innovazione e alle scienze al servizio della natura e della sostenibilità.  Un percorso didattico per ampliare l’offerta formativa scolastica e sviluppare tra i giovani competenze scientifiche, ambientali e tecnologiche con una metodologia innovativa.

“Energie in gioco” – questo il nome del  progetto- è ospitato nel nuovo Spazio Invento dei Mulini Asciutti, nel polmone del Parco di Monza, un luogo che ha molti legami con l’acqua e che consente un’immersione nel verde stimolando fantasia e creatività. Destinati a ragazzi e ragazze delle scuole quarte e quinte della scuola primaria e a tutte quelli della secondaria di primo grado, le esperienze laboratoriali, della durata di tre ore ciascuna, prenderanno il via a partire da fine novembre.

Il nuovo ciclo triennale prevede per ogni anno la partecipazione di 50 classi degli istituti del territorio  dei 55 comuni di Monza e Brianza, corrispondenti all’ambito servito da BrianzAcque. Con l’ eccezione del ’23-24 nel corso del quale di  classi ne verranno coinvolte 60. Un numero maggiore  motivato dal successo riscontrato lo scorso anno dal progetto tra docenti e  studenti e dalla conseguente elevata richiesta di adesioni.

Tre le proposte per accrescere creatività, trasversalità e motivazione ad imparare:

Robotica -Laboratorio in cui gli studenti apprendono i principi del coding per programmare dei robot e far compiere loro delle missioni e risolvere dei problemi.

TinkeringLab: Sculture cinetiche -Laboratorio  che consente agli studenti di realizzare macchine capaci di movimento – gli automata – utilizzando una gamma di materiali diversi, tra cui anche materiali di recupero. Gli studenti possono cimentarsi e capire, sperimentando e costruendo, il significato di equilibrio e trasferimento di energia.

TinkeringLab: Scribbling Machines – I partecipanti al laboratorio progettano e realizzano macchine motorizzate capaci di disegnare, le “scribbling machines”. Si tratta di un laboratorio in cui creatività e divertimento accompagnano ragazzi e ragazze in un percorso di conoscenza delle principali caratteristiche dei circuiti elettrici.

Commenta il Presidente e Ad di BrianzAcque, Enrico Boerci: “Nel momento storico  in cui viviamo , la formazione  diventa sempre più una necessità . Come azienda  pubblica  del territorio e per il territorio sentiamo il dovere  di promuovere  tra i giovani  occasioni  e momenti  formativi. Ed è in  questo quadro che  si inserisce il  rafforzamento della collaborazione  con  Creda  per un progetto di qualità  volto ad educare gli studenti  alla comprensione più ampia del presente, alla padronanza degli strumenti scientifici e tecnologici e alla  cultura della sostenibilità”.

Dichiara Luca Baglivo, Direttore di CreEDA Onlus: “L’avvio del nuovo ciclo, inserendo un nuovo percorso, come quello “Tinkering- Scribbling Machines” rappresenta la conferma della solida e virtuosa collaborazione con un’azienda del territorio, che come noi, crede fermamente nel potere dell’educazione e della formazione dei giovani alla Sostenibilità. Il progetto in Spazio Invento – Energie in Gioco” presenta un’innovativa modalità di potenziare l’offerta didattica e avvicinare i giovani alle cosiddette materie STEM (Science,Technology, Engineering e Mathematics) in maniera creativa, per sviluppare competenze scientifiche, ambientali, trasversali e di problem solving”.

BrianzAcque è l’azienda pubblica che gestisce industrialmente il servizio idrico integrato nella Provincia di Monza e Brianza. Grazie ad un percorso di fusioni e acquisizioni particolarmente sfidante, oggi, figura nel panel del principali operatori italiani del settore. Partecipata e controllata da 56 comuni soci secondo il modello in house providing, si occupa dell’intera filiera dell’H2O: acquedotto, fognatura, depurazione. Ogni anno, porta nelle case e nelle aziende del territorio oltre 80 milioni di metri cubi di acqua, colletta i reflui di scarico e li restituisce puliti all’ecosistema dopo un complesso processo di depurazione. Si prende cura del mantenimento, del miglioramento e dell’innovazione delle reti, degli impianti e delle infrastrutture. In bolletta mantiene costi che restano tra i più bassi d’ Italia e d’ Europa. Moderna ed efficiente, socialmente responsabile, opera secondo il principio di sostenibilità, nel pieno rispetto dell’ambiente.

CREDA Onlus – Centro Ricerca Educazione Didattica Ambientale è un’associazione senza fini di lucro, fondata da WWF, LEGAMBIENTE, AGESCI e ITALIA NOSTRA, per promuovere lo sviluppo sostenibile e la partecipazione dei cittadini per la cura e la tutela del territorio, attraverso progetti di educazione e formazione ambientale e alla sostenibilità. CREDA è presente nel Parco di Monza dal 1987 e con sede dal 2011 ai Mulini Asciutti, vanta di un’esperienza di 35 anni nel campo della Didattica e dell’Educazione nelle Scuole, verso i privati cittadini, collaborando con le Università nella Ricerca e nei progetti Erasmus+, Horizon, e altri ancora. Dal 2015 con il progetto GreenManagerLab CREDA è impegnata nel rispondere alla sempre più frequente richiesta di Formazione e Sensibilizzazione aziendale sulle tematiche Environmental in ottica e in coerenza con gli obiettivi ESG dell’Agenda Onu 2030.

Condividi

Join the Conversation