Fuga in Belgio per provare la Volvo C40 Recharge

di Silvia Terraneo – Amici di Motori in Diretta eccomi finalmente al volante della Volvo C40 Recharge, il modello della casa svedese in assoluto nato puramente e totalmente...

859 0
859 0

di Silvia Terraneo – Amici di Motori in Diretta eccomi finalmente al volante della Volvo C40 Recharge, il modello della casa svedese in assoluto nato puramente e totalmente elettrico, si basa sulla piattaforma per veicoli CMA. Ho molte aspettative per questo modello di Volvo, questo test drive è un primo contatto con le mie prime impressioni.
Vi svelo subito i suoi dettagli: ha due unità da 150 kW ognuna, 408 CV potenza complessiva collegate ad una batteria agli ioni di litio con una capienza da 78 kWh,  e 660 Nm di coppia si ricarica con impianti da 11 kW in 8 ore e con quelli rapidi da 150 kW dal 10 all’80% in 40 minuti.

Come per la Volvo XC40 Recharge non abbiamo il pulsante di accensione, basta posizionare il cambio automatico in drive e si parte.

La seduta è molto comoda, mi ha fatto un po’ strano guidare nel entro storico di Bruges tra viuzze acciottolate, persone a spasso, bici e poche auto, un’atmosfera di pace e tranquillità… ma la C40 non è chiassosa  ha le sue dimensioni da suv coupé con una una lunghezza di 4,40 mti, 1,87 di larghezza ma risulta più bassa proprio per il suo design, è silenziosa e si fa sentire il giusto per avvisare chi è per strada del suo arrivo…

Condividi

Join the Conversation