Serie D, in campo domenica Folgore e Tritium

di Cristiano Comelli – Folgore Caratese in cerca di continuità, Tritium della rinascita. Vediamo che cosa attende le due brianzole della serie D per la tredicesima giornata di campionato...

430 0
430 0

di Cristiano Comelli – Folgore Caratese in cerca di continuità, Tritium della rinascita. Vediamo che cosa attende le due brianzole della serie D per la tredicesima giornata di campionato in programma domenica 12 novembre alle 14.30.

CARAVAGGIO – FOLGORE CARATESE

Reduce da quattro turni di fila, la Folgore Caratese sesta con diciotto punti insieme con la Casatese vuole conservare un posto nel salotto buono della graduatoria. Scapuzzi e compagni cercheranno di fare bottino pieno nella sfida che li oppone in terra bergamasca al Caravaggio, quattordicesimo con tredici punti e con una sconfitta con il Villa Valle per 0-1 alle spalle.

Il Caravaggio si è assicurato in queste ore l’arrivo di un nuovo attaccante, Abdou Doumbia , ex tra le altre di Parma, Ascoli, Como e Lecce. Caravaggio privo degli squalificati Di Felice e Fornari. Dirige il signor Francesco Masi di Pontedera.

TRITIUM – CLIVENSE

A secco di vittorie da cinque turni, la Tritium vuole uscire dal pantano dell’ultimo posto in classifica con nove punti condiviso con il Ponte San Pietro. I biancocelesti riceveranno al La Rocca un’altra pericolante, la Clivense, sestultima con 13 punti e reduce però da una vittoria per 2-1 sul campo amico contro l’ambizioso Caldiero Terme. Tritium senza lo squalificato Scietti, Clivense priva di Bragagnolo per lo stesso motivo.

I biancocelesti scenderanno in campo con la commozione nel cuore per la scomparsa avvenuta l’altro giorno all’età di 87 anni del suo ex tecnico Arnaldo Pozzi . “Con lui in panchina – ha sottolineato la società trezzese in una nota – abbiamo avuto l’onore di essere promossi per la prima volta in serie D e per questo ne saremo sempre grati”. Prima di essere allenatore dei trezzesi, ne è stato calciatore. La gara sarà diretta dalla signora Stefania Menicucci di Lanciano.

Photocredits

Condividi

Join the Conversation