Renate inarrestabile espugna Gorgonzola

GORGONZOLA – Vittoria e ulteriore avvicinamento alla vetta. Il Renate fa suo di misura il derby contro la Giana Erminio e, approfittando dell’1-1 casalingo della capolista Suedtirol contro la...

195 0
195 0

GORGONZOLA – Vittoria e ulteriore avvicinamento alla vetta. Il Renate fa suo di misura il derby contro la Giana Erminio e, approfittando dell’1-1 casalingo della capolista Suedtirol contro la Feralpi Salò, l’avvicina in graduatoria portandosi a soli cinque punti: 37 contro 32.

Per le pantere i tratta del secondo acuto di fila dopo il rotondo 4-1 rifilato alla Pro Patria al “Città di Meda”. Renate continua quindi a sognare in grande per il campionato senza lasciare in soffitta il realismo. Giana Erminio in piena crisi con la prima sconfitta dell’era di Matteo Contini, subentrato all’esonerato Oscar Brevi. I biancocelesti sono ora ultimi con dodici punti insieme con la Pro Sesto dopo il settimo stop stagionale.

PRIMO TEMPO – All’8′ la Giana ci prova con Ferrari ma il tiro è fuori misura. Al 12′ il Renate risponde con Maistrello che impegna Zanellati in una respinta.

E’ il preludio del gol dei nerazzurri che giunge al minuto 31 sempre per merito di Maistrello con un diagonale in mischia che non lascia scampo al portiere di casa. Al 39′ Maistrello, molto ispirato, sfiora il raddoppio concludendo alto di poco. Al 43′ la Giana ci prova con D’Ausilio ma il tiro è sull’esterno della rete.

SECONDO TEMPO – Al 17′ D’Ausilio cerca di impensierire Drago senza riuscirvi. Al 25′ è Perna a cercare di violare la porta renatese ma anche per lui è un giro a vuoto.

Al 40′ il Renate ci prova con Rossetti che, servito da Celeghin, mette di poco a lato. Al 46′ Galuppini, su punizione, coglie il palo pieno fallendo il raddoppio renatese. L’ultima occasione per la Giana per cercare di pareggiarla si verifica al 50 ‘ sui piedi di Corti ma il tiro è alto. (articolo di Cristiano Comelli) 

Photocredits

Condividi

Join the Conversation