Studenti alla scoperta della cucina locale nel Parco Valle Lambro

La collaborazione tra il Parco Regionale della Valle del Lambro e Cooperativa In-Presa prosegue con due progetti che vedono coinvolti gli studenti del Corso di...


811 0
811 0

La collaborazione tra il Parco Regionale della Valle del Lambro e Cooperativa In-Presa prosegue con due progetti che vedono coinvolti gli studenti del Corso di cucina del Centro di Formazione Professionale. Grazie anche alla collaborazione di un terzo partner come Slow Food Monza e Brianza, gli studenti saranno impegnati in attività alla scoperta del territorio e dei suoi prodotti, attività che in diverse tappe copriranno l’intero anno scolastico 2018-19.

In particolare sono coinvolte in questo programma una classe II, con lo che Gilberto Farina, e una classe IV, con lo chef Luca Molteni.

Il primo dei due progetti è dedicato alla “pecora brianzola”, un ovino tipico del Parco della Valle del Lambro costituito anche come Presidio Slow Food. L’obiettivo è quello di accompagnare gli studenti alla scoperta di ricette tradizionali realizzate con la carne di pecora brianzola, ma anche di stimolare l’ideazione di nuove ricette per rivisitare i piatti del passato con uno sguardo al futuro della cucina locale.

Nel secondo progetto gli studenti realizzeranno dei piatti con prodotti tipici della Valle del Lambro per il ristorante dell’Oasi di Baggero. In questo progetto ci si focalizzerà sulle erbe del territorio e in particolare sull’aglio orsino, una pianta spontanea molto diffusa in Brianza e utilizzata in numerose ricette della tradizione.

In entrambi i casi il programma prevede uscite sul territorio, visite a cascine e allevamenti e incontri con esperti di questi argomenti, tra cui il presidente dell’Associazione Pecora Brianzola, rappresentanti delle condotte Slow Food coinvolte.

«Questo progetto rappresenta un evidente esempio di sinergia tra scuola, produttori e realtà associative del territorio. Una sinergia che permette agli studenti di conoscere in modo diretto e profondo le peculiarità del loro territorio, peculiarità che, essendo parte di una tradizione di valore, vanno custodite, valorizzate e trasmesse sempre di più» ha dichiarato Chiara Frigeni, preside del Centro di Formazione Professionale di I

Saula Sironi, della condotta Slow Food Monza e Brianza, conferma il valore di queste attività: «Da tempo collaboriamo con questo progetto e siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti: per Slow Food la valorizzazione dei prodotti locali e l’educazione sono due aspetti importanti e strettamente legati. Promuovere un cibo buono, pulito e giusto per tutti è il nostro obiettivo primario, poterlo fare in una scuola è ancora più importante».

Il percorso si concluderà in aprile con la presentazione di menù di degustazione da parte degli studenti. L’evento si terrà presso l’Oasi di Baggero a Merone (Co).

Per maggiori informazioni: Lucrezia Beretta – Tel. 0632/905981

COOPERATIVA SOCIALE IN-PRESA

In-Presa si occupa di formazione professionale, aiuto allo studio e inserimento lavorativo e si rivolge a ragazzi in situazione di dispersione scolastica e a rischio di disagio sociale: ragazzi fragili e vulnerabili spesso già segnati da tante esperienze di sconfitta.

La proposta didattico-educativa di In-Presa è finalizzata innanzi tutto a offrire ai giovani, attraverso il lavoro e lo studio, la strada per scoprire che la vita ha un senso e che la realtà è una possibilità positiva, affinché possano affrontare con coraggio e certezza la vita. Questa introduzione alla realtà si realizza dentro un legame affettivo, educativo e formativo che i ragazzi instaurano con le figure adulte di riferimento, siano essi insegnanti, educatori, imprenditori e professionisti (veri e propri maestri per i ragazzi) o volontari.

Commenti