Seveso, più sicurezza nel Parco delle Groane

SEVESO – Spaccio di droga, illegalità, devianza sociale. Tre cellule cancerogene che il comune di Seveso vuole estirpare il più possibile dal corpo del parco delle Groane. Per...

365 0
365 0

SEVESO – Spaccio di droga, illegalità, devianza sociale. Tre cellule cancerogene che il comune di Seveso vuole estirpare il più possibile dal corpo del parco delle Groane.

Per raggiungere l’obiettivo, la giunta retta dal sindaco Alessia Borroni ha stretto un accordo con i comuni di Meda e Cesano Maderno, lo stesso ente parco e la Polizia della Provincia di Monza e della Brianza nell’ambito del “Progetto regionale parchi”. I capisaldi dell’intesa, che dispiegherà i suoi effetti nel periodo estivo, sono messi nero su bianco in una delibera licenziata allo scopo dal comune di Seveso.

“La proposta – si legge- si pone l’obiettivo di realizzare interventi integrati di sicurezza nell’ambito del progetto Parco Groane con presenza e presidio delle aree e controlli di prossimità nelle zone limitrofe”.

Questo sulla scorta della considerazione che, prosegue la delibera, “il territorio del parco delle Groane è spesso teatro di situazioni di illegalità connesse con il fenomeno del consumo e cessione di sostanze stupefacenti”. Per questo l’accordo di collaborazione si propone di “intervenire e contrastare i fenomeni con servizi specifici di presidio del territorio, controllo persone e controllo veicoli”.

Per le attività connesse alla garanzia della sicurezza sul territorio il comune di Seveso ha ricevuto dalla Regione un finanziamento di 7 mila Euro. (articolo di Cristiano Comelli) 

Condividi

Join the Conversation