Rapine ai Tigotà, due arresti dei carabinieri

I carabinieri delle Compagnie di Desio e Sesto San Giovanni hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal GIP di Monza, nei...

732 0
732 0

I carabinieri delle Compagnie di Desio e Sesto San Giovanni hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal GIP di Monza, nei confronti di un 50enne ed un 42enne, italiani, residenti a Cormano e Paderno Dugnano, ritenuti responsabili, in concorso tra loro (in considerazione dell’attuale fase del procedimento e fino ad un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile) di sette rapine a mano armata consumate nello scorso mese di gennaio, presso i punti vendita di una nota catena di negozi per la casa e l’igiene personale di Desio, Garbagnate Milanese, Milano, Muggiò, Nova Milanese, Paderno Dugnano e Senago.

Il provvedimento trae origine dall’attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Monza ed eseguita congiuntamente dalla Sezione Operativa della Compagnia di Desio e della Tenenza di Paderno Dugnano.

Le risultanze investigative, condotte anche mediante l’analisi dei varchi stradali e delle immagini estrapolate dai circuiti di videosorveglianza delle attività commerciali e delle zone limitrofe, hanno permesso di ricostruire nel dettaglio gli eventi criminali, trovando pieno riscontro nell’arresto dei due soggetti in flagranza di reato, da parte dei Carabinieri della Sezione Operativa di Desio, a seguito della rapina commessa a Muggiò in data 23 gennaio scorso.

In tutti gli episodi delittuosi, i due si avvicinavano al punto vendita prescelto a bordo di un’autovettura di piccole dimensioni. Subito dopo, uno entrava nel negozio minacciando la cassiera con una pistola, successivamente rivelatasi essere di tipo “scenico” priva del tappo rosso, facendosi consegnare il denaro in cassa, mentre l’altro attendeva all’esterno a bordo del veicolo pronto per la fuga.

Nei vari colpi messi a segno i due erano riusciti ad impossessarsi di un bottino complessivo pari a circa 5.300 euro. I soggetti sono stati sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

“A nome di tutti i collaboratori e collaboratrici di Tigotà voglio ringraziare i Carabinieri per l’operazione che ha permesso di identificare i due malviventi che hanno preso di mira serialmente i nostri punti vendita. Gli uomini e le donne in divisa garantiscono un presidio di sicurezza fondamentale per le nostre attività. In Brianza grazie all’intervento della Sezione Operativa della Compagnia di Desio e della Tenenza di Paderno Dugnano è andata in scena una fattiva rappresentazione di come questo lavoro possa essere determinante” Lo ha affermato Tiziano Gottardo, Presidente di Tigotà, brand leader in Italia nella vendita di prodotti di cosmesi, cura della persona e della casa.

“Rappresento con orgoglio più di 5mila collaboratori e collaboratrici che lavorano in quasi 700 punti vendita sparsi su tutto il territorio nazionale e posso assicurare che la costante presenza delle forze dell’ordine rassicura tutti noi. Oltre ai Militari dell’Arma, ringrazio i nostri collaboratori che, pur in un momento di paura e pericolo, hanno mantenuto la lucidità e la calma a tutela di tutte le persone presenti nei negozi. A loro va la vicinanza dell’azienda e tutto il supporto del nostro team Security che collabora costantemente con le forze dell’ordine”.

Condividi

Join the Conversation