Rapina un’auto e un furgone, poi fugge inseguito dai Carabinieri

In crisi di astinenza da stupefacenti, rapina un’auto e si dà alla fuga per le strade di Cesano Maderno prima di essere fermato e arrestato dai Carabinieri. L’episodio...

197 0
197 0

In crisi di astinenza da stupefacenti, rapina un’auto e si dà alla fuga per le strade di Cesano Maderno prima di essere fermato e arrestato dai Carabinieri. L’episodio è successo nella notte fra venerdì 22 e sabato 23 novembre quando un 38enne pregiudicato di Cesano Maderno ha minacciato nei pressi della stazione ferroviaria un pendolare che stava salendo sulla propria autovettura. Con la minaccia di un taglierino, il 38enne si è fatto consegnare le chiavi dell’auto per poi fuggire lungo la “Milano Meda”.  

Giunto all’altezza di Paderno Dugnano (MI), dopo aver provocato un incidente stradale ed aver tentato, con la medesima tecnica del cutter, di rapinare due autovetture ad altrettanti automobilisti, si è furtivamente impossessato di un furgone di un terzo automobilista fermatosi per prestargli soccorso, per poi proseguire la fuga.

Alle 22.20, a seguito di ininterrotte ricerche, il fuggitivo è stato intercettato da una Gazzella della Sezione Radiomobile della Compagnia di Desio, ancora alla guida del furgone, in via Volta di Cesano Maderno; l’uomo, alla vista dei militari che gli si erano posti frontalmente per impedirgli la fuga, ha violentemente speronato l’auto delle forze dell’ordine, per poi terminare la corsa contro una fioriera.

Abbandonato il mezzo, il soggetto, in evidente stato d’alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di stupefacenti, è riuscito ad arrampicarsi sul cornicione di una palazzina antistante il luogo dell’incidente, dove, sportosi da una altezza di 4 metri, ha più volte minacciato di lanciarsi, autolesionandosi con il taglierino già utilizzato per le rapine, ancora in suo possesso.

Solo la tenacia e la determinazione dei Carabinieri della Tenenza di Cesano Maderno e della Sezione Radiomobile di Desio, ha permesso di scongiurare il peggio. In un attimo di cedimento del 38enne, lo hanno immobilizzato ed assicurato alla giustizia, dopo una trattativa protrattasi per oltre 20 minuti, nel corso della quale è stata circondata tutta l’area grazie all’aiuto di equipaggi forniti dalla Compagnia di Seregno e dal Nucleo Radiomobile di Milano, oltre che della Stazione CC di Varedo.
All’arrestato, medicato presso l’Ospedale di Desio, è stata diagnosticata una crisi astinenziale da stupefacente ed alcune ferite superficiali al collo già coagulatesi.

Condividi
monza in diretta

Join the Conversation