Naviglio di Paderno e Cornate, sopralluogo del Consorzio Villoresi

Realizzato per consentire la navigazione tra il lago di Como e Milano, attraverso il Naviglio Martesana posto poco più a valle, superando le rapide dell’Adda con un percorso...

293 0
293 0

Realizzato per consentire la navigazione tra il lago di Como e Milano, attraverso il Naviglio Martesana posto poco più a valle, superando le rapide dell’Adda con un percorso di quasi 3 km, il Naviglio di Paderno non ha alcuna funzione irrigua.

La competenza del canale – trasferita per ultima in ordine temporale tra i Navigli – è stata affidata da Regione Lombardia al Consorzio Est Ticino Villoresi (ETVilloresi), ad eccezione del primo tratto, utilizzato a fini idroelettrici da operatori privati.

Lo stato dell’arte del Naviglio e le prospettive future circa un suo recupero e una sua conseguente valorizzazione sono state al centro di un sopralluogo, che si è tenuto nel corso della mattinata di mercoledì 19 giugno.

Hanno partecipato il Presidente di ETVilloresi Alessandro Folli, il Direttore Generale Laura Burzilleri e il Consigliere regionale Alessandro Corbetta, oltre ai Sindaci dei Comuni di Cornate d’Adda Giuseppe Felice Colombo e di Paderno d’Adda Gianpaolo Torchio, alcuni Amministratori locali fra cui il ViceSindaco di Cornate d’Adda Antonio Viganò, il Presidente dell’Associazione Riaprire i Navigli Roberto Biscardini, una rappresentanza della Pro Loco di Cornate e il personale tecnico consortile.

Alla luce del finanziamento regionale di 50.000 € accordato ad ETVilloresi – grazie al quale sono state avviate le prime attività di rilievo e le verifiche dello stato dei manufatti, necessarie per l’elaborazione di uno studio di fattibilità ai fini della valorizzazione del Naviglio – sono state effettuate, durante il sopralluogo, alcune valutazioni sulle necessità per arrivare ad un quadro esaustivo delle prospettive di recupero di un vettore idraulico dalle enormi potenzialità ambientali, fruitive e turistico-attrattive, traino per un possibile sviluppo economico a livello locale.

“Sono estremamente soddisfatto della visita di oggi; abbiamo raccolto attorno al Naviglio di Paderno l’attenzione delle Istituzioni e delle Amministrazioni locali, confidando in uno sforzo congiunto e sinergico per una sua concreta valorizzazione. Ringrazio il Consigliere Corbetta per la disponibilità e l’interesse mostrato. Partiremo da qui per sviluppare un’azione collegiale, approfittando anche del 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci, che proprio in questi territori ha tratto ispirazione per dipingere la splendida Vergine delle Rocce” ha dichiarato il Presidente di ETVilloresi Alessandro Folli.

Gli fa eco il Consigliere regionale Alessandro Corbetta: “L’interesse per questo Naviglio è molto elevato in quanto si sviluppa in un’area di grande pregio naturalistico, culturale e infrastrutturale che si intreccia con il genio del grande Leonardo e la presenza di storiche centrali idroelettriche. Dobbiamo approfittare di questo momento per impostare un ragionamento serio su cosa possiamo fare tutti insieme per valorizzare il Naviglio tra Paderno e Cornate d’Adda. Non appena sarà pronto lo studio di fattibilità, si potrà avviare la ricerca delle risorse necessarie. Le Istituzioni, il Consorzio Est Ticino Villoresi e i Comuni sono pronti a fornire il proprio contributo per rilanciare quest’area e coglierne tutti i potenziali benefici per il territorio.”

Condividi
monza in diretta

Join the Conversation