Identificato dai Carabinieri il piromane della Brianza

I carabinieri del Comando Stazione di Giussano hanno identificato e denunciato all’autorità giudiziaria un 39enne di origini calabresi ma da tempo presente in Brianza senza fissa dimora il quale sarebbe...

633 0
633 0

carabinieri del Comando Stazione di Giussano hanno identificato e denunciato all’autorità giudiziaria un 39enne di origini calabresi ma da tempo presente in Brianza senza fissa dimora il quale sarebbe stato individuato quale l’autore di una serie di incendi di autovetture avvenuti in un brevissimo arco temporale nei comuni di Verano Brianza, Giussano, Carugo e Mariano Comense.

L’attività di indagine, condotta dai militari dell’Arma e coordinata della Procura della Repubblica di Monza, è stata avviata dopo che il 6 aprile 2022, passata da poco la mezzanotte, a Giussano, ignoti avevano incendiato dolosamente sette autovetture parcheggiate lungo la pubblica via, rispettivamente in piazza Lombardi, Via Cavera e piazza San Giacomo, tutti punti vicini tra loro e facilmente raggiungibili anche a piedi o in bicicletta.

La mattina seguente, acquisite e analizzate le immagini degli impianti di video-sorveglianza di zona, i carabinieri hanno immediatamente notato che proprio nella fascia oraria degli incendi, un uomo aveva effettuato svariati transiti a bordo di una bicicletta.

Quella persona, nota ai carabinieri di Giussano, è stata subito identificata nell’allora 38enne, celibe, nullafacente, pluripregiudicato per estorsione, sequestro di persona a scopo di estorsione, rapina, furti aggravati, maltrattamenti in famiglia, evasione, atti osceni in luogo pubblico, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, truffa, guida in stato di ebbrezza. Rintracciato in un’abitazione vicina ai luoghi dove erano state appiccate le fiamme, il 38enne è stato trovato con ancora indosso i vestiti utilizzati la notte precedente.

Lo sviluppo delle indagini ha poi permesso di ricostruire che quella notte l’uomo, a bordo della propria bicicletta, si era recato anche nei vicini comuni di Carugo e Mariano Comense incendiando altre dodici autovetture.

Inoltre, sempre all’indagato, sarebbe attribuibile anche l’incendio di un’autovettura della Polizia Locale di Verano Brianza – priva dei segni distintivi del corpo – la quale era stata data alle fiamme quattro giorni prima, alle 22.00 circa del 2 aprile. Come ripreso dall’impianto di videosorveglianza del municipio, quella sera l’uomo, dopo essersi introdotto nell’area di parcheggio retrostante la sede comunale, si era avvicinato a una Fiat Stilo e poi, dopo aver appiccato le fiamme, era fuggito via.

L’uomo, che nel modo di agire presenta tratti tipici e compatibili con il profilo psicologico del piromane, è stato quindi denunciato in stato di libertà all’autorità giudiziaria che ne ha richiesto il rinviato a giudizio.

Attualmente si trova ristretto nella casa circondariale di Rimini per l’incendio di altre sette autovetture avvenuto nel capoluogo romagnolo tra il 21 e il 23 febbraio 2022, un mese e mezzo prima dei fatti di Giussano e degli altri comuni brianzoli.

Condividi

Join the Conversation