Giussano, aiutare le attività sociali con il 5×1000

GIUSSANO – L’Amministrazione Comunale di Giussano rivolge un appello a tutti i propri concittadini chiedendo di destinare il 5×1000 al Comune di residenza per contribuire a raggiungere obiettivi di...

553 0
553 0

GIUSSANO – L’Amministrazione Comunale di Giussano rivolge un appello a tutti i propri concittadini chiedendo di destinare il 5×1000 al Comune di residenza per contribuire a raggiungere obiettivi di carattere sociale.

Il 5×1000 non costa nulla (e non sostituisce in alcun modo l’8 x 1000) ed è una quota dell’Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) che, sulla dichiarazione dei redditi, si può scegliere di destinare a organizzazioni “non profit” oppure si può destinare al proprio Comune di residenza per sostenere le attività sociali.

Destinare il 5 x 1000 permette al Comune beneficiario di investire in attività sociali da realizzare a favore della comunità e di singoli cittadini. Nel 2022, la Giunta Comunale aveva deliberato lo stanziamento di circa 8mila euro – derivanti dalla quota del 5×1000 relativa all’anno d’imposta 2020 – per il sostegno di attività sociali in favore di utenti con disagio psichico in carico al Centro Psico Sociale dell’Azienda Ospedaliera della Brianza. La somma aveva così permesso di supportare progetti individuali con finalità risocializzante, in un’ottica di integrazione con i servizi sanitari.

Per scegliere di dare il 5 x 1000 al Comune di Giussano, è sufficiente mettere la propria firma sul modello per la dichiarazione dei redditi nello spazio dedicato al 5 x 1000 all’interno del riquadro “attività sociali svolte dal Comune di residenza”. Nel caso non venisse apposta alcuna firma, i fondi rimarrebbero allo Stato italiano. Se si firma per il proprio Comune, invece, rimangono a disposizione della propria comunità.

“Le risorse ricevute dalla cittadinanza attraverso il 5 x 1000 restano nella nostra comunità e permettono all’Ente di intervenire laddove ve ne è maggiormente la necessità – sottolinea il Sindaco del Comune di Giussano, Marco Citterio – Ecco perché questo gesto rappresenta una forma di solidarietà con la possibilità di creare un circolo virtuoso fra cittadini, Comuni ed Enti del territorio”.

Condividi

Join the Conversation