Avrebbe palpeggiato la nipote minorenne, zio in manette

E’ finito in carcere con l’accusa di aver palpeggiato la nipote minorenne. I carabinieri della Compagnia di Monza hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare della custodia in...

460 0
460 0

E’ finito in carcere con l’accusa di aver palpeggiato la nipote minorenne. I carabinieri della Compagnia di Monza hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare della custodia in carcere – emessa dal GIP presso il Tribunale di Monza, su richiesta della locale Procura della Repubblica che ha coordinato le indagini – nei confronti di un 50enne del luogo, indagato per violenza sessuale aggravata.

I fatti sono maturati in un contesto familiare in quanto la vittima (minore di 14 anni) è nipote dell’indagato: lo zio infatti, approfittando di pigiama party organizzati presso la propria abitazione fra cuginetti, avrebbe più volte palpeggiato la nipote nelle parti intime.

Le indagini, avviate lo scorso anno a seguito della denuncia sporta presso i Carabinieri dai genitori della vittima, si sono basate sulle audizioni protette di vittime e testimoni.

Le convergenti dichiarazioni sono state poi confermate in sede di incidente probatorio ed avrebbero delineato un grave quadro indiziario a carico dell’uomo, la cui condotta, come rilevato dal GIP, sarebbe sintomatica di attrazione irrefrenabile verso soggetti immaturi la cui capacità di resistenza ad offerte sessuali insidiose è assai debole. Quest’ultimo inoltre, avrebbe esercitato pressioni sui familiari al fine di ritrattare le dichiarazioni rese, attraverso minacce orali o facendo leva sui sensi di colpa.

L’indagato (da ritenersi non colpevole fino a sentenza definitiva) è stato rintracciato dai militari a Cusano Milanino ed in seguito associato presso un istituto di custodia, come disposto dall’Autorità Giudiziaria mandante.

Condividi

Join the Conversation