Anche due bimbi di Monza allo Zecchino d’Oro

Come sempre i brani in gara allo Zecchino d’Oro, scelti tra le 586 proposte arrivate all’Antoniano, trasmettono attraverso la musica importanti messaggi educativi e sociali. Tra le tematiche...

460 0
460 0

Come sempre i brani in gara allo Zecchino d’Oro, scelti tra le 586 proposte arrivate all’Antoniano, trasmettono attraverso la musica importanti messaggi educativi e sociali. Tra le tematiche di quest’edizione il valore dell’amicizia, l’inclusione, il rispetto per l’ambiente.

A curare gli arrangiamenti musicali, il Maestro Peppe Vessicchio, Direttore Musicale dello Zecchino d’Oro. Anche Monza e Brianza scende in campo con due canzoni “Come le formiche” (di Gianfranco Fasano e Tommaso Fasano) cantata da Sara Maria Corrado, 7 anni, di Monza (MB) e Aurora Griggio, 4 anni, di Vigonza (PD) e “Mille scarpe” (di Mario Gardini e Giuliano Ciabatta) cantata da Christine Merveille Kengne, 8 anni, di Monza (MB).

Con i piccoli solisti della 63ª edizione sale a 1050 il numero di bambini che hanno partecipato come interpreti dalla prima edizione dello Zecchino d’Oro nel 1959 ad oggi.

I 16 solisti, insieme a tutti i bambini del Coro dell’Antoniano, saranno anche i portavoce della solidarietà di Antoniano e in particolare del progetto “Operazione Pane”, volto a sostenere 15 mense francescane in tutta Italia e in Siria e a garantire un pasto caldo e un futuro più sereno a migliaia di persone che vivono in condizioni di povertà estrema.

Il pasto caldo rappresenta il primo passo di un cammino che, partendo dall’ascolto, dal confronto e dal dialogo, porta alla rinascita personale e sociale per le persone e famiglie in difficoltà.

 

Condividi

Join the Conversation