A Monza tre progetti per l’inclusione sociale

Sono tre i progetti  a Monza e ben 386.000 euro stanziati dall' Assessorato alle Politiche per la famiglia, genitorialità e pari opportunità di Regione Lombardia, che...


269 0
269 0

Sono tre i progetti  a Monza e ben 386.000 euro stanziati dall’ Assessorato alle Politiche per la famiglia, genitorialità e pari opportunità di Regione Lombardia, che ha approvato uno stanziamento di oltre 4,3 milioni di euro per finanziare 31 progetti di promozione di processi di inclusione sociale di giovani e adulti a grave rischio di marginalità e disagio da suddividere nei vari territori della Lombardia.

E’ l’atto esecutivo di un processo culminato col decreto attuativo del 26 Febbraio scorso per consolidare progetti a favore di giovani e adulti a grave rischio di marginalità.

Come nuclei familiari con giovani, minori o persone anziane in contesti periferici; giovani e adulti in luoghi di aggregazione diurna e notturna che presentano tensioni, disagio e dipendenza magari coesistenti con problematiche socio-familiari; o ancora: per adulti e giovani a rischio di esclusione o in situazioni di disagio conclamato derivanti da abuso di alcool e di sostanze, in contesti degradati o di aperto consumo.

Dei 35 progetti presentati siamo riusciti ad ammetterne 31, con un contributo massimo assegnabile a ciascuno pari all’80% e non superiore a € 150.000, e da realizzare a 18 mesi dell’approvazione del bando.

Il restante 20 per cento sarà a carico del partenariato che è composto da enti pubblici, gestori accreditati per la gestione di unità di offerta sociali e/o socio-sanitarie, organizzazioni del terzo settore iscritte nei registri regionali, enti riconosciuti delle confessioni religiose, enti accreditati per la formazione e lavoro.

Qui di seguito gli altri territori coinvolti e importi: 2 a Bergamo (261.000 euro); 3 a Brescia (450.000 euro); 1 a Como (150.000); 2 a Cremona (300.000 euro); 1 a Lecco (150.000); 1 a Lodi (137.000 euro); 9 a Milano (1.205.000 euro); 3 a Monza (386.000 euro); 1 a Sondrio (149.000 euro); 5 a Pavia (693.000 euro) e 3 a Varese (449.000).

Commenti