Al volante tra le sfumature azzurre della MINI COOPER

di Silvia Terraneo – Amici di Motori in Diretta eccomi qui con una nuova prova a bordo di MINI questa volta proviamo la MINI COOPER in versione 5...

786 0
786 0

di Silvia Terraneo – Amici di Motori in Diretta eccomi qui con una nuova prova a bordo di MINI questa volta proviamo la MINI COOPER in versione 5 porte 5 posti con un motore 3 cilindri 1.500 cc benzina da 136 CV e 200 nm di coppia abbinato al cambio automatico 7 rapporti, velocità massima 207 km/h e scatto 0-100 in 8,3 secondi.

Icona tra gli amanti del design, la MINI è diventata un’auto più che comune negli ambienti urbani. a cinque porte è un’auto più raffinata e più confortevole ma con lo stesso stile 100% MINI, sono stata davvero fortuna durante le registrazioni del video e scatti fotografici, giornale di sole, limpide ideali per far risaltare ancora di più questo splendido colore Island Blue.

MINI COOPER è sinonimo di divertimento alla guida da oltre 60 anni, e per la prima volta, nello stabilimento MINI di Oxford, Regno Unito, viene utilizzato un innovativo processo di verniciatura bagnato su bagnato per creare un design a tre colorazioni per il tetto della vettura, Multitone Roof, un optional che rende ogni esemplare letteralmente unico, proprio come quella da noi provata … date un occhio al tetto …

L’inglesina cresce in dimensioni, infatti la MINI COOPER è aumentate ma non di troppo più lunga di 4 mt larga un 1,73 mt l e alta 1,43 mt, ma mantiene il suo caratteristico go-kart feeling… un must in ogni MINI!

Fuori troviamo la novità estetica nel frontale con i fari a led anche dalla versione standard, il contorno calandra è più largo, le luci di posizione sono integrate nei fari con cornice interna nera e le due prese d’aria prendono il posto dei faretti di una volta, tutto ciò si traduce in un look più sportivo..Notiamo anche il il logo nero, un optional che si può aggiungere come le strisce sul cofano e i cerchi da 17 pollici.

Lato B troviamo le uci a led con l’inserto union jack di serie, e poi sotto il cofano una cornice esagonale in plastica nera che riprende il frontale…

A bordo c’è tutta l’eccellenza di MINI basta toccarla per scoprire i materiale con plastiche morbide e la selleria in pelle traforata e il nuovo volante ridisegnato con inseriti nero lucidi ad arricchire l’abitacolo non manca tutta la tecnologia come uno schermo per infotainment da i 8,8 pollici mentre la strumentazione è semidigitale con un display da 5 pollici.

Nella versione da noi provata abbiamo il pacchetto Connect Navigation plus che offre anche diverse strumentazioni come head display, la postazione per la ricarica di dispositivi posta nel bracciolo centrale tra passeggero e guidatore e poi la disposizione per la connettività apple car –play e android auto.

Il plus ultra sono oltre al riscaldamento a zona, il riscaldamento dei sedili tutte qualità premium, ma se ci voltiamo e guardiamo le sedute posteriori notiamo che il confort per tre passeggeri adulti non c’è, il viaggiatore che si siede nella posizione centrale non ha molto spazio per le gambe.

Alla guida
Le MINI non sono tutte uguali, e si percepisce la ripresa, la potenza a seconda del modello e motore, come detto questa che sto provando ha un 1500 3 cilindri benzina 136 CV con 200 nm di coppia con cambio automatico 7 rapporti.

Non è una MINI potentissima ma la coppia è divertente, lo sterzo preciso, l’impugnatura del volante è come in tutte le MINI bella massiccia, bisogna solo farci un po’ l’abitudine perché nei lunghi tratti magari può non piacere a tutti.

C’è da dire che dossi e buche si percepiscono per via di una taratura piuttosto sportiva degli ammortizzatori, mi ha colpito la buonissima insonorizzazione forte, ma ho tolto dopo i primi km lo start&stop in quanto troppo invadente, basta disattivarlo e si torna a ragionare e a guidare in serenità.

In questo modello non troviamo i paddles al volante, un po’ ci mancano nei tratti in curva, in salita aiutano alla cambiata in manuale e infondono sportività, ad ogni scelta di modalità di guida varia la risposta dell’acceleratore, per questa prova ho utilizzato spesso la mid e la green, guidando molto più spesso per città e tratti urbani… certo i consumi non sono proprio “contenuti” siamo tra i 7-8 l per 100km….

Prima che mi scordo ma doveroso in ogni mia prova, l’ingombro del bagagliaio ha una capienza di 278 litri che raggiungono i 941 litri con gli schienali abbattuti 40:60 oltre al doppio fondo.

MINI COOPER

La MINI COOPER provata parte dai 24.850 euro ma in questo allestimento più ricco il prezzo lievita un po’… tenete presente che la ONE, la entry level per intenderci di MINI parte da 22.600 euro.

MINI COOPER

Leggi tutti gli articoli della nostra rubrica MOTORI IN DIRETTA a firma di Silvia Terraneo (a questo link la sua pagina Instagram She Motori)

Condividi

Join the Conversation