Le Chevrolet al rifugio ENPA di Monza

MONZA – CNO, acronimo di Chevrolet North Owners – American Motors Club Italy, nasce nel 2009 grazie all’idea di un gruppo di amici che si incontrano in occasione...

289 0
289 0

MONZA – CNO, acronimo di Chevrolet North Owners – American Motors Club Italy, nasce nel 2009 grazie all’idea di un gruppo di amici che si incontrano in occasione di ritrovi e raduni, uniti dalla passione di auto e moto americane, di tutte le epoche e di tutti i marchi. Passione per i motori, dunque, ma anche voglia di fare qualcosa di utile e solidale.

Dopo aver contribuito nel 2020 a diverse iniziative solidali in ambito sanitario, nel 2021 CNO ha deciso di supportare le attività di ENPA con il progetto Dream Wheels For Pets, acquistando cibo destinato ai canili e gattili della Lombardia. Ben 600 chili di alimenti per cani e gatti sono stati consegnati con una simpatica cerimonia che ha avuto luogo al rifugio di Monza a giugno dello scorso anno.

Anche nel 2022 CNO ha organizzato una raccolta di cibo per cani e gatti tra soci e amici. La fase di acquisto è ormai terminata e quanto generosamente donato, come lo scorso anno, sarà consegnato a bordo di bellissime auto americane nella mattina di domenica 18 settembre al rifugio di Monza in via San Damiano 21. Qui si svolgerà una cerimonia di consegna delle donazioni e il cibo sarà poi distribuito, secondo le necessità, alle strutture ENPA di tutta la Lombardia.

Anche quest’anno eccezionalmente il parco canile-gattile di Monza rimarrà aperto al pubblico al mattino di domenica, dalle 10.30 alle 12.30 per permettere ai visitatori non solo di ammirare le vetture americane ma anche di fare una visita ai vari reparti del rifugio o acquistare in anteprima i CalENPAri 2023, nelle due versioni da muro o da tavolo, oppure tentare la sorte con i biglietti LotterENPA 2023 e aggiudicarsi uno dei cento premi in palio.

Per chiudere la mattinata ci sarà un rinfresco vegetariano offerto da ENPA.

ENPA ringrazia CNO American Motors Club Italy per la sensibilità dimostrata e per la scelta di voler aiutare i tanti ospiti dei rifugi di tutta la Regione.

Condividi

Join the Conversation