Volley, Monza sconfitta da Trento anche in gara-2

MONZA – Mastica ancora amaro la MINT Vero Volley Monza, costretta a cedere il passo anche in Gara-2 delle Semifinali Scudetto di SuperLega Credem Banca 23/24, nei confronti dei...

286 0
286 0

MONZA – Mastica ancora amaro la MINT Vero Volley Monza, costretta a cedere il passo anche in Gara-2 delle Semifinali Scudetto di SuperLega Credem Banca 23/24, nei confronti dei Campioni d’Italia della Itas Trentino.

Tra le mura amiche dell’Opiquad Arena, gremita nell’occasione da più di 3500 tifosi, i ragazzi di coach Eccheli sono usciti sconfitti per 1-3 (15-25; 25-21; 18-25; 18-25). La squadra ammiraglia maschile del Consorzio, dopo un primo set in cui non è riuscita a trovare il ritmo, si è riscattata con coraggio nel secondo parziale, aggiudicandoselo con determinazione; negli ultimi due giochi, però, Trento riesce a imporsi sui brianzoli nonostante una strenua resistenza, che permette così ai dolomitici di portasi sul 2-0 nella serie.

Per questa seconda sfida di Semifinale, coach Eccheli si affida all stesso sestetto di Gara-1 con alla regia Kreling con Szwarc opposto, Loeppky-Takahashi come coppia di schiacciatori, Galassi e Di Martino centrali e Gaggini libero.

E’ di Szwarc, con un bel mani-out, il primo punto della partita per la MINT Vero Volley Monza (1-2). Poca precisione dalla linea dei nove metri per entrambe le formazioni in questo avvio (4-4). Il primo break dell’incontro se lo aggiudica Trento, più cinica dei brianzoli in attacco (6-9): time-out Eccheli. Il gap si allarga sino al 6-11, prima della diagonale lunga di Szwarc a scuotere i padroni di casa. Loeppky e Takahashi, splendido il giapponese con la pipe prima e il monster-block poi, per riportare Monza sotto di due lunghezze (12-14). I dolomitici, però, non permettono pause e riescono a riallungare nuovamente sul + 4 (12-16), inducendo Eccheli a spendere anche la seconda sospensione tecnica. La MINT non riesce a ricucire il distacco, appesantita anche da qualche errore di troppo sia in difesa che in fase offensiva, vedendo scivolare via il set sul 14-22. Il parziale è virtualmente chiuso, e si conclude 15-25 dopo il mani-out di Rychlicki.

Pronti, via e Loeppky mette a segno la parallela e propizia il 2-0 brianzolo. Trento non rimane certamente a guardare e risponde colpo su colpo, ma Monza è solidissima nel cercare le migliori combinazioni d’attacco, cavalcando uno splendido Takahashi e uno Szwarc molto preciso, per prendersi il +4 (10-6) che porta Soli al time-out. Maggiore equilibrio dopo i trenta secondi di sospensione, con la Itas che si riporta sotto e con la MINT brava a mantenere il vantaggio con il primo tempo di Di Martino (13-10). Proprio sul più bello, i brianzoli si fanno recuperare dai dolomitici (15-14), con Eccheli a fermare il gioco con un time-out per ragguagliare i suoi ragazzi. L’incontro è ora tesissimo, senza un padrone e con le due squadre in perfetta parità (17-17). Monza si regge su un Gaggini gladiatore come non mai in difesa e ricezione, mentre l’attacco viene orchestrato dalla regia di Kreling, perfetto ad armare la mano di Szwarc per il 20-18: secondo time-out per Soli. Al rientro Galassi trova il primo ace della gara a favore di Monza per il +3 (21-18). Di Martino è perfetto a trovare il tempo a muro, Loeppky azzecca la pipe ed è set point per la Vero Volley (24-20). Trento annulla il primo, ma è costretta a cedere dopo l’errore sull’ultimo servizio: 1-1 (25-20).

Inizio terzo set caratterizzato da grande equilibrio e dal bel gesto di fair-play di Di Martino, che sportivamente ammette un tocco a muro che gli vale il secondo cartellino verde della stagione (3-3). Questa volta è Trento, come in occasione del primo gioco, a trovare l’abbrivio giusto nel parziale andando avanti di tre lunghezze (3-6). Sensazionale alzata di Kreling, da vedere e rivedere (6-8), bravo a servire un pallone solo da spingere a terra per Galassi. La Itas però non si scompone, mette il piede sull’acceleratore e si prende il +4 (6-10): time-out Eccheli. Monza lotta e cerca di ricomporre lo svantaggio, senza però riuscire a trovare il focus giusto, portando così la panchina brianzola a chiedere nuovamente trenta secondi di sospensione (8-13) per ragguagliare i propri giocatori. Entrano Visic e Mujanovic (11-15), con il palleggiatore croato subito al servizio. I dolomitici colpiscono duramente la resistenza brianzola, non permettendo ai padroni di casa di costruire un break e affondando il colpo con l’ace di Kozamernik del +6 (13-19). E’ il colpo che spezza le speranze brianzole di riaprire il parziale, nonostante il pregevole primo tempo del solito Di Martino (15-23). Monza macina gioco e costringe Soli a spendere un time-out sul 17-23. Nonostante la parentesi finale, il set se lo aggiudica Trento per 18-25.

Ottima parallela di Szwarc in avvio del quarto gioco, subito prima dell’efficace primo tempo di Di Martino (4-5). Loeppky mantiene i monzesi a contatto, ma i trentini si portano a distanza di sicurezza dopo il doppio ace di Michieletto (5-8). Eccheli spende un time-out, utile a riavviare i suoi giocatori più liberi di testa al rientro e bravi a riavvicinarsi sul -1 (7-8). Loeppky si prende la squadra sulle spalle: il posto 4 canadese si esalta in fase offensiva e mette anche a segno l’ace del pareggio (11-11). La Itas riporta l’inerzia a suo favore, ma la MINT risponde presente con la diagonale di Szwarc (12-13). Equilibrio a regnare sovrano in questa fase centrale del set, dove nessuna delle due compagini riesce a trovare lo strappo decisivo (16-17). Un allungo lo compie Trento (16-19), stoppato però dal time-out richiesto da coach Eccheli. I brianzoli hanno però perso la trebisonda, sprofondando sul -5 (16-21), sotto i colpi di una scatenata Trento. Takahashi scarica a terra tutta la sua potenza e firma il 18-23 ma l’Itas si guadagna subito dopo il primo match point (18-24) e chiude set e incontro.

MVP del match Alessandro Michieletto, autore di 17 punti. Top scorer per i brianzoli Loeppky, in doppia cifra con 19 palloni messi a terra, seguito da Galassi e Szwarc entrambi con 13 punti segnati.

Non è ancora finito, però, il percorso nei Playoff della MINT Vero Volley Monza, con i ragazzi di coach Eccheli che si giocheranno l’ultima occasione per riaprire la Serie alla “Il T Quotidiano Arena” di Trento, domenica 7 aprile alle ore 17.00.

LE DICHIARAZIONI:
Gabriele Di Martino (MINT Vero Volley Monza): “La serie non è ancora finita. Sono fiducioso per la prossima partita perché oggi abbiamo dimostrato di poter fare un salto di qualità. Sappiamo che dall’altra parte della rete c’è un avversario molto forte dal punto di vista tecnico e tattico, però, quello che ci portiamo a casa sono le sensazioni positive del secondo set. Ora pensiamo subito a domenica, perché lotteremo fino alla fine”.

MINT Vero Volley Monza – Itas Trentino 1-3 (15-25; 25-21; 18-25; 18-25)

MINT Vero Volley Monza: Visic, Loeppky 19, Mujanovic, Galassi 7, Takahashi 13, Kreling, Di Martino 7, Gaggini (L), Szwarc 13. N.E. Comparoni, Morazzini, Beretta. All. Eccheli.

Itas Trentino: Nelli, Kozamernik 10, Michieletto 17, Rychlicki 16, Magalini, Laurenzano (L), Lavia 12, Podrascanin 9, Acquarone 3. N.E. D’Heer, Cavuto, Pace (L), Berger, Garcia. All. Soli.

NOTE

Arbitri: Gianluca Cappello, Andrea Puecher

Spettatori: 3517

Durata set: 22′, 29′, 30′, 27′. Tot: 1h48′

MINT Vero Volley Monza: battute vincenti 2, battute sbagliate 18, muri 4, errori 29, attacco 45%
Itas Trentino: battute vincenti 5, battute sbagliate 15, muri 15, errori 17, attacco 53%

MVP: Alessandro Michieletto (Itas Trentino)

Impianto: Opiquad Arena – Monza (MB)

Condividi

Join the Conversation