Roberto Cevoli torna sulla panchina del Renate

di Cristiano Comelli – Un ritorno a cui sono legati momenti felici della storia della società. Il Renate, dopo le dimissioni di Francesco Parravicini in seguito al netto 0-3...

271 0
271 0

di Cristiano Comelli – Un ritorno a cui sono legati momenti felici della storia della società. Il Renate, dopo le dimissioni di Francesco Parravicini in seguito al netto 0-3 rimediato al “Città di Meda” contro il Padova, punta sulla conduzione tecnica di Roberto Cevoli. Classe 1968, nativo di Rimini, il neotecnico delle pantere vanta un curriculum di ampio respiro sia sul rettangolo di gioco che sulla panchina.

Nel primo caso ha indossato le casacche di San Marino, Fano, Jesina, Carpi, Reggina, Reggiana, Torino, Cesena, Modena e Crotone. In serie A disputò 91 incontri segnando due reti e con il Modena si aggiudicò la Supercoppa di C nel 2000-01 essendo protagonista con i canarini anche di un doppio salto dalla C1 alla massima serie.

Per quanto riguarda i suoi trascorsi di panchina, invece, figurano le esperienze con Vicenza (viceallenatore), Foligno, Monza, primavera della Reggina, Unione Sanremo, Teuta (campionato albanese), Civitanovese, Reggina, Imolese e, appunto, il Renate, con il quale nel 2017-18 colse il settimo posto regalandogli lo storico traguardo dei playoff.

Un ritorno che la tifoseria ha accolto assai bene. Cevoli debutterà nella sfida dei nerazzurri nella tana degli emiliani del Fiorenzuola di sabato 4 settembre alle 17.30. Ma non è questa soltanto la novità con cui i nerazzurri si affacciano al secondo turno di campionato.

La dirigenza ha infatti siglato un biennale con l’ex, tra le altre, di Juve Stabia e Ravenna Gianluca Esposito, centrocampista classe 1995 e uno con la punta Mohammed Amine Chakir, prodotto del vivaio della Reggiana con esperienze anche con Spal primavera e Legnago (uno degli avversari del Renate nel girone). Porta un biglietto da visita fatto di 35 presenze e 3 reti.

Foto da Facebook

Condividi

Join the Conversation