Monza Sassuolo, partita chiave per i biancorossi

MONZA – Dalla Coppa Italia, pur sconfitto per 2-1 dalla Juventus, è uscito con onore tenendole testa dall’inizio alla fine. Il Monza, ora, è pronto per reimmergersi nel...

482 0
482 0

MONZA – Dalla Coppa Italia, pur sconfitto per 2-1 dalla Juventus, è uscito con onore tenendole testa dall’inizio alla fine. Il Monza, ora, è pronto per reimmergersi nel campionato che finora, con un bottino di 21 punti, gli vale il tredicesimo posto e una posizione più che onorevole al suo primo anno in massima serie.

La compagine di mister Raffaele Palladino, domenica 22 gennaio alle 15, riceve all’U Power un Sassuolo in piena crisi documentata dal suo quartultimo posto con 16 punti. Dalla ripresa delle ostilità dopo i mondiali qatarioti, i neroverdi del tecnico Alessio Dionisi hanno sempre pagato dazio perdendo da Sampdoria (1-2), Fiorentina (1-2) e Lazio (0-2).

La vittoria manca loro dal 24 ottobre. Scenderanno quindi in campo affamati di punti per potersi tenere lontano o dalla zona pericolante. Il Monza, dal canto suo, punterà a rimettere in scena la partita di ottimo livello disputata contro i bianconeri e a conservare l’imbattibilità che detiene dalla ripresa del campionato dopo la kermesse dei mondiali.

Tra i biancorossi sono da valutare le condizioni di Donati, gli emiliani hanno invece in forse Consoli e Pinamonti, il primo per una distrazione al collaterale, il secondo per problemi al flessore.

PRECEDENTI

Sono cinque i precedenti tra Monza e Sassuolo e tutti in serie C. In serie A la sfida è naturalmente un inedito. Il bilancio è di due vittorie biancorosse, altrettante degli emiliani e un segno ics.

IL PALMARES DEL SASSUOLO

Fondato nel 1920 e rifondato nel 1974, il Sassuolo della sfera di cuoio ha compiuto lo storico passaggio in massima serie nella stagione 2012-13 e da allora vi è sempre rimasto affrontando quest’anno la decima stagione consecutiva. Oltre a un titolo in cadetteria, i neroverdi ne hanno anche uno in Supercoppa di Lega di serie C1 (ora Lega Pro).

Della squadra del 2012-13 che si aggiudicò il campionato cadetto era allenatore Fulvio Pea e presidente Carlo Rossi. Proprietario era invece l’industriale Giorgio Squinzi che prese la squadra dai dilettanti e la portò fino alla disputa delle coppe europee. L’ex presidente di Confindustria detenne la proprietà della società emiliana dal 2002 al 2019 , anno della sua morte. Nel 2015-16 il Sassuolo ottenne quella che resta la sua migliore prestazione in massima serie ovvero il sesto posto grazie a un bottino di 61 punti frutto di 16 vittorie, tredici pareggi, nove sconfitte, 49 reti segnate e 40 subite.

In panchina sedeva Eusebio De Francesco. Di quella compagine facevano parte, giusto per ricordare alcuni nomi altisonanti, Lorenzo Pellegrini, Francesco Acerbi, Domenico Berardi, Antonio Floro Flores e Sergio Floccari. Menzione a parte merita proprio Berardi che è al Sassuolo dal 2012 e vamta con esso 317 presenze e 115 reti e nella nazionale azzurra ha timbrato il cartellino 24 volte con sei centri. Il Sassuolo “europeo” , dopo avere superato nella stagione 2016-17 i preliminari sbarazzandosi della Stella Rossa Belgrado (3-0 all’andata in casa e 1-1 al ritorno), approdò nella fase a gironi dove concluse ultimo con cinque punti alle spalle dei belgi del Genk, degli spagnoli dell’Atletico Bilbao e degli austriaci del Rapid Vienna.

I neroverdi si tolsero la soddisfazione di ottenere almeno una vittoria al “Mapei stadium” per 3-0 contro gli iberici. Tra i personaggi che sono passati per Sassuolo vi è l’attuale tecnico della Juventus Massimiliano Allegri che, nella stagione 2007-08, gli garantì il passaggio dalla serie C1 alla cadetteria. (articolo di Cristiano Comelli) 

ARBITRO

Sarà il signor Francesco Prontera della sezione di Bologna.

LE PROBABILI FORMAZIONI

MONZA: Di Gregorio, Izzo, Caldirola, Pablo Marì, Birindelli, Machin, Pessina, Carlos Augusto, Caprari, Ciurria, Petagna. All.Raffaele Palladino.

SASSUOLO: Pegolo, Toljan, Erlic, Tressoldi, Rogerio, Frattesi, Obiang, Traorè, Berardi, Alvarez, Laurientè. All.Alessio Dionisi.

PREGARA

RAFFAELE PALLADINO (ALL.MONZA): “I complimenti e gli attestati di stima ci danno piacere e carica per il lavoro quotidiano, noi dobbiamo essere bravi a non farci distrarre da loro, dobbiamo essere concentrati sulla partita con il Sassuolo che è molto complicata. Il nostro obiettivo è la salvezza e passa da questa partita fondamentale. Non dobbiamo, per il resto, guardare la classifica ed essere bravi a prendere partita dopo partita, tutto quanto vi è intorno alle vittorie fa piacere ma dobbiamo preparare bene la partita e mantenere i piedi per terra, non è facile ma i ragazzi sono super concentrati, sono sicuro che domani faremo una grande partita”.

Photocredits

Condividi

Join the Conversation