Giussano, per la Vis Nova solo un punto contro il Sona

di Cristiano Comelli – Gli serviva una vittoria ma ha ottenuto soltanto un pareggio. Una pur tonica e propositiva Vis Nova Giussano non va oltre l’1-1 allo “Stefano Borgonovo”...

458 0
458 0

di Cristiano Comelli – Gli serviva una vittoria ma ha ottenuto soltanto un pareggio. Una pur tonica e propositiva Vis Nova Giussano non va oltre l’1-1 allo “Stefano Borgonovo” contro il Sona che ha già messo in cassaforte da tempo la salvezza.

Le lucertole, sotto di una rete, sono riuscite a pervenire al pareggio e hanno poi gettato alle ortiche una vittoria possibilissima sprecando diverse occasioni. Tra gli spettatori presenti in tribuna un ospite d’eccezione ovvero il cantautore Enrico Ruggeri, appassionato di calcio e in procinto di realizzare il sogno di calcare per alcuni minuti i campi della serie D con la maglia dei veneti. La salvezza, quindi, per Ragone e compagni che si trovano ora al quindicesimo posto con 33 punti, è ancora tutta da conquistare.

PRIMO TEMPO – il primo sussulto è della Vis Nova con Schingo il cui tiro al 13′ è deviato in corner. Al 26′ arriva la risposta del Sona con Gerevini che impegna Ragone in una deviazione con un colpo di reni oltre la traversa. Al 30′ Schingo ricama una seconda occasione concludendo alto. La partita continua su ritmi vibranti con le due squadre desiderose di mettere la freccia.

Al 38′ le lucertole vanno a un soffio dalla rete del vantaggio con un’incornata di Dugnani salvata dal portiere ospite Dal Bosco sulla linea di porta. La Vis Nova prova ad alzare i giri del motore e al 45′ ci riprova con Migliavacca che però non impensierisce Dal Bosco.

SECONDO TEMPO – Al 4′ il Sona si rende temibile con un tiro cross di Vaudagna che costringe Ragone alla deviazione in calcio d’angolo. All’8′ gli ospiti ci riprovano con Belem ma il suo tiro dal limite termina sul fondo. Due minuti dopo la Vis Nova cerca la replica con il solito Schingo che conclude alto confermando però la sua grande propositività in fase di produzione di occasioni. Al 12′ è ancora Vis Nova con Migliavacca che riceve la sfera da Cazzaniga ma conclude sull’esterno della rete. Le lucertole insistono cercando di realizzare la rete del vantaggio che darebbe loro linfa vitale in chiave di sicurezza di classifica. Al 21′ Fall, entrato da poco e servito da Tremolada, impegna Dal Bosco in una respinta.

Un minuto dopo Cazzaniga sfiora ancora il vantaggio giussanese ma si vede respingere il tiro sulla linea di porta. Al 24′ Fall realizza di testa ma la rete è annullata per la sua posizione irregolare. Nel momento migliore della Vis Nova il Sona mette la freccia; al 25′ Gerevini serve Rossi il cui tiro dal limite sembra debole ma finisce per ingannare Ragone.

La squadra di Agostino Mastrolonardo non si scompone e al minuto 32 si rimette in carreggiata con un colpo di testa di Cazzaniga. La Vis Nova, galvanizzata dal pareggio, va a caccia della posta piena; al 37′ Valtulina impegna Dal Bosco, al 43′ tocca a Fall, di testa, dare nuovo lavoro al portiere ospite. Al 45′ il Sona potrebbe ritornare avanti ma il tiro di Gerevini, ben imbeccato da Marchesini, si stampa sulla traversa. La Vis Nova si mangia le mani al 47′ quando Tremolada, da ottima posizione, calcia alle stelle il pallone del possibile 2-1. L’ultima occasione della gara è del Sona con un’incornata alta di Rossi al 48′. Per le lucertole vi sarà ora domenica 6 giugno alle 16 il non semplice impegno sul terreno del NibionnOggiono, da non steccare per non rischiare di complicare le cose sul cammino della possibile salvezza.

Foto da Facebook

Condividi

Join the Conversation