Un manganello di acciaio sotto il sedile, fermato 22enne

E’ stato trovato con un manganello di acciaio sotto il sedile dell’auto e si è giustificato dicendo che “con le cose che si sentono può essere utile, non...

603 0
603 0

E’ stato trovato con un manganello di acciaio sotto il sedile dell’auto e si è giustificato dicendo che “con le cose che si sentono può essere utile, non si sa mai”. Il 22enne di origine marocchina è stato denunciato dai carabinieri.

Ieri sera, attorno alle 22, i carabinieri del radiomobile di Seregno nel transitare in via Nazario Sauro di Carate Brianza, hanno notato una Ford Focus che aveva attirato la loro attenzione.

L’autovettura infatti, alla vista in lontananza delle luci blu della gazzella dell’Arma, ha improvvisamente spento i fari e ha imboccato una via laterale. I militari, colta la manovra evasiva compiuta da quel veicolo, hanno deciso di controllarlo e pertanto, con la loro Alfa Romeo Giulia, hanno raggiunto la Focus fermandola dopo alcune centinaia di metri nella vicina via San Giovanni Bosco.

Durante il controllo al conducente, un 22enne marocchino, operaio, incensurato, residente a Carate Brianza, che era in macchina insieme a due amici di 20 e 23 anni, è stato trovato con un manganello telescopico in acciaio riposto sotto il suo sedile e pertanto il giovane è stato denunciato per porto abusivo di oggetti atti a offendere. Lo stesso ha provato a giustificarsi affermando che “con le cose che si sentono, (ndr. il manganello) può essere utile, non si sa mai”.

Condividi

Join the Conversation