Efficacia dell’isolamento acustico pavimento

L’installazione dell’isolamento acustico al pavimento è un processo abbastanza invasivo. Questo richiede infatti di agire direttamente sulla pavimentazione o sul soffitto sottostante. Inoltre, le soluzioni sono molto differenti...

244 0
244 0

L’installazione dell’isolamento acustico al pavimento è un processo abbastanza invasivo.

Questo richiede infatti di agire direttamente sulla pavimentazione o sul soffitto sottostante. Inoltre, le soluzioni sono molto differenti tra loro e hanno un livello di efficacia diversa a seconda di fattori differenti.

Ad esempio, ci sono procedure più adeguate a bloccare i suoni provenienti dall’abitazione sottostante rispetto ad altre che sarebbero più opportune qualora si voglia impedire ai suoni prodotti nella propria abitazione di raggiungere il piano inferiore. Insomma, l’efficacia dell’isolamento acustico del pavimento varia in base all’obbiettivo che ci si prefigge ed è per questo importante capire quale questo sia.

Se sono i vicini a disturbare noi, l’isolamento acustico del pavimento funziona?
Se la problematica è il suono prodotto dai vicini del piano inferiore che entra nella nostra abitazione e ci arreca disturbo allora possiamo agire tramite l’installazione di un sistema insonorizzante alla pavimentazione. Questa si rivela essere la scelta più efficace e può essere eseguita con due tecniche diverse che andremo ad analizzare.

La prima soluzione è particolarmente efficiente per l’applicazione su pavimentazioni in ceramica, in questo caso si agirà ponendo uno strato elastico che viene livellato in modo tare da evitare la formazione di avvallamenti, questo in seguito verrà compresso dalla posa del nuovo massetto.

In seguito, si passa alla posa del materassino antivibrante i cui giunti vengono accostati in modo perfetto e sigillati definitivamente per evitare qualsiasi tipo di problematica. In un secondo momento si applica su tutto il perimetro della stanza un giunto laterale.

La seconda procedura risulta invece più efficace qualora si debba lavorare su una pavimentazione in legno o in laminato. Anche in questo caso si procede assicurandosi che il pavimento sopraelevato sia perfettamente allineato per evitare la formazione di avvallamenti, questa volta però viene posto uno strato elastico al di sopra del pavimento già esistente che viene solo parzialmente compresso da una finitura superficiale.

La procedura per insonorizzare prosegue esattamente come la precedente con la posa del materassino antivibrante per legno, assicurandosi che i giunti siano allineati in modo perfetto e procedendo alla sigillatura di questi ultimi, per poi passare all’installazione del nastro di separazione lungo tutto il perimetro.

In questi casi potrebbe rivelarsi necessario intervenire anche sul soffitto del piano inferiore con l’isolamento acustico per un risultato ottimale, in alternativa se la causa del disturbo è da associarsi a rumori di passi o di spostamenti di mobili sul pavimento sottostante bisogna agire inserendo dei tappetini antivibranti sempre sul pavimento del piano inferiore.


Se noi disturbiamo i vicini si deve insonorizzare il pavimento o il soffitto?
Il secondo tipo di problema che affronteremo riguarda la casistica in cui siamo noi a disturbare i vicini. In questo caso otterremo l’efficacia massima agendo sul nostro pavimento.

In questo modo bloccheremo il suono delle voci, dei passi, dei calpestii e anche dello spostamento dei mobili che generiamo sul nostro pavimento e che inevitabilmente arriva al piano di sotto. Per fare ciò esistono due tecniche ugualmente efficaci.

In ogni caso la soluzione in assoluto più efficace per insonorizzare qualsiasi tipo di rumore sarebbe un intervento di insonorizzazione duplice in cui si agisce congiuntamente sia sulla pavimentazione che sulle mura.

L’insonorizzazione del pavimento consente di assorbire i suoni prodotti dai passi e dagli spostamenti di mobili impedendone la diffusione al piano inferiore, in contemporanea sarà necessario agire sulle pareti in quanto i suoni possono facilmente diffondersi e raggiungere il piano sottostante anche attraverso queste ultime.

Riposo top, una soluzione davvero molto efficace per l’isolamento acustico

Riposo top è un sistema di insonorizzazione brevettato da Sorgedil Isolamenti davvero efficace, il processo viene eseguito tramite l’installazione di pannelli antivibranti dello spessore di 2cm, realizzati con granuli di gomma e uno strato di gesso fibra, nella pavimentazione per uno spessore totale a lavoro finto di 5,25 centimetri. Il sistema insonorizzante che ne deriva è altamente efficiente e riesce a bloccare totalmente i rumori provenienti dal piano inferiore.

Isolamento acustico del pavimento esistente

Concludendo possiamo dire che non esiste un sistema di insonorizzazione che può essere definito nella sua totalità più efficace rispetto ad alti. Il fattore efficacia, infatti, è sempre da valutare in base al tipo di obbiettivo che si persegue.

Come abbiamo visto se ciò che ci interessa è isolare i rumori provenienti dal piano di sotto la soluzione più efficace è l’istallazione di un sistema proprio sulla nostra pavimentazione, ma solo nel caso in cui i suoni che vogliamo eliminare siano di tipo “aereo”.

Infatti, nel caso il disturbo fosse causato da rumori quali passi, spostamento di mobili e simili la soluzione più adatta sarebbe invece quella di agire sulla pavimentazione sottostante impedendo ai suoni di diffondersi attraverso le mura.

Discorso diverso se invece vogliamo evitare la diffusione dei suoni da casa nostra verso quella del vicino del piano inferiore. In questo caso, infatti, la soluzione dalla maggior efficacia è quella di insonorizzare il soffitto sottostante.

È importante inoltre tenere in considerazione la possibilità di effettuare procedure di insonorizzazione anche sulle mura, dal momento che in alcuni casi anche queste possono essere un mezzo tramite cui il suono riesce a raggiungere il piano inferiore.

Per ulteriori informazioni:
Sorgedil

www.sorgedil.it

Condividi

Join the Conversation