Vimercate, nuovo angiografo in emodinamica

Vimercate – E’ stato completato il nuovo allestimento tecnologico e strutturale di una delle due sale di Emodinamica della struttura cardiologica dell’Ospedale di Vimercate. L’installazione più significativa riguarda...

1048 0
1048 0

Vimercate – E’ stato completato il nuovo allestimento tecnologico e strutturale di una delle due sale di Emodinamica della struttura cardiologica dell’Ospedale di Vimercate.

L’installazione più significativa riguarda un nuovo angiografo – apparecchiatura radiologica che consente di esaminare il profilo dei vasi sanguigni e delle strutture cardiache – con software e componenti di ultimissima generazione, il meglio oggi sul mercato delle tecnologie medicali. L’investimento dell’ASST è di 470.000 euro, a cui si aggiungono altri 40.000 euro per lavori di ristrutturazione impiantistica e muraria.

Vale la pena ricordare che il laboratorio di Emodinamica, struttura di cui è responsabile Stefano Garducci, ha registrato nell’ultimo anno 550 angioplastiche coronariche, di cui 150 in emergenza, su pazienti colpiti da infarto miocardico, oltre a quasi una ventina di interventi strutturali di chiusura di difetti cardiaci interatriali.

Il nuovo angiografo, già in servizio e a pieno regime, sostituisce una macchina angiografica con oltre 10 anni di attività e quindi non più all’altezza delle nuove domande di salute. La tecnologia “presenta innumerevoli vantaggi – spiega Stefano Garducci – rispetto al precedente modello: ergonomia avanzata, funzioni per la radioprotezione, che riducono al minimo la dose di radiazioni, e per il monitoraggio costante della dose di radiazione durante la procedura”.

La strumentazione è dotata di un Large Display, un monitor medicale a colori di 56 pollici, grazie al quale è possibile configurare fino a 12 differenti combinazioni di schermate direttamente dal tavolo di lavoro. Di più: l’immagine di interesse clinico può essere ingrandita fino al doppio della grandezza ottenibile con un display standard.

“La nuova macchina – racconta Garducci – non è più un semplice angiografo, ma un vero e proprio sistema multimodale e multifunzionale grazie alla possibilità di utilizzo integrato , dell’ ecografia intravascolare ( IVUS )e della tomografia a coerenza ottica (OCT ) : metodiche di imaging intravascolare che permettono la visualizzazione dei vasi e della riserva di flusso , un parametro legato a differenze pressorie che attualmente rappresenta il “gold standard” per la valutazione della entità delle stenosi coronariche”.
Infine la funzione 3D della macchina che permette di ricostruire immagini tridimensionali di vasi e cavità, consentendo procedure diagnostiche e terapeutiche avanzate.

“In ultima analisi – sottolinea Nunzio Del Sorbo, Direttore Generale dell’ASST Vimercate – l’utilizzo del nuovo angiografo con integrati dispositivi di secondo livello sia di “ imaging” intravascolare che funzional,i oltre a garantire una maggior sicurezza per pazienti ed operatori consentirà un sensibile miglioramento qualitativo e quantitativo delle procedure interventistiche cardiologiche nel nostro Ospedale”.

SCHEDA

“La cardiologia interventistica si occupa principalmente della terapia delle malattie ostruttive coronariche che vengono trattate, mediante intervento di angioplastica. Parallelamente si sta sviluppando sempre più la branca strutturale dell’emodinamica che si occupa del trattamento percutaneo di patologie valvolari e difetti cardiaci.Tutti gli interventi vengono eseguiti in una sala operatoria, mediante l’utilizzo di un angiografo.

La cardiologia interventistica insieme alla elettrofisiologia, che si occupa del trattamento delle aritmie e dei difetti di conduzione del cuore, rappresentano la branca della cardiologia che più si è sviluppata negli ultimi anni. A Vimercate, ai numeri del Laboratorio di Emodinamica già richiamati, si devono aggiungere quelli del Laboratorio di Elettrofisiologia, con oltre 260 impianti di pace maker e defibrillatori e 40 ablazioni di fibrillazione atriale. Tali valori sono esponenzialmente in aumento negli ultimi anni”.

Condividi
monza in diretta

Join the Conversation