Seregno, nuova tecnologia in Uroriabilitazione

Introdotta una nuova tecnologia presso il servizio di Uroriabilitazione dell’Ospedale di Seregno che qualifica ulteriormente l’attività dell’equipe riabilitativa. L’uroriabilitazione costituisce il primo approccio terapeutico per la cura dell’incontinenza...

712 0
712 0

Introdotta una nuova tecnologia presso il servizio di Uroriabilitazione dell’Ospedale di Seregno che qualifica ulteriormente l’attività dell’equipe riabilitativa.

L’uroriabilitazione costituisce il primo approccio terapeutico per la cura dell’incontinenza urinaria. Il servizio dell’Ospedale di Seregno (fa capo alla struttura di Riabilitazione Specialistica Neuromotoria, diretta da Silvia Premoselli) si è sempre occupato di questa problematica, in particolare di pazienti interessate al periodo di post partum o di premenopausa.

La nuova apparecchiatura acquisita è di ultima generazione ed è uno dei più evoluti sistemi di riabilitazione in commercio: circa 7.000 euro il suo costo. “Permette di integrare in modo efficace, e molto di più di quanto avveniva sino ad oggi, fisiokinesiterapia con altre tecniche riabilitative come l’elettrostimolazione e il biofeedback elettromiografico, con una maggiore adesione della paziente al percorso terapeutico”, spiega la specialista Diana Frattini.

Il sistema, in sostanza, consente, al paziente di eseguire gli esercizi riabilitativi nella più completa libertà e comfort e al fisioterapista di ottimizzare il flusso di lavoro dedicandosi in maniera ancor più approfondita all’analisi dei dati raccolti utilizzando programmi di lavoro completamente personalizzabili. Si tratta quindi di un sistema di riabilitazione che coniuga tecnologia e innovazione, oltre che versatilità e maneggevolezza, risultando vantaggioso sia per il paziente che per il fisioterapista.

“Le novità intervenute – aggiunge Silvia Premoselli – confermano quella di Seregno, come una delle sedi più significative destinate ad ospitare tirocini e master dell’Università Milano Bicocca, in ambito riabilitativo.

Il servizio di uroriabilitazione, registra oltre 650 sedute terapeutiche all’anno.

Di prossima acquisizione anche un evoluto sistema computerizzato di riabilitazione posturale, di allenamento del controllo dell’equilibrio dotato di funzioni di monitoraggio in tempo reale dei dati di ogni singolo movimento e conseguente adattamento dei protocolli terapeutici, a favore di una totale personalizzazione del percorso riabilitativo.

Il paziente è in grado di ricostruire gradualmente la corretta mappa delle sensazioni propriocettive, ovvero quelle sensazioni sulla posizione del proprio corpo e delle sue parti. Anche questa apparecchiatura coniuga tecnologia e innovazione dedicate a pazienti con deficit neuromotorio.

Condividi

Join the Conversation