Diabete Mellito: ATS Brianza seconda al bando del Ministero

ATS Brianza e ASST Lecco fanno parte con un ruolo di partenariato della cordata arrivata al secondo posto del bando CCM 18 (Centro Nazionale per...


61 0
61 0

ATS Brianza e ASST Lecco fanno parte con un ruolo di partenariato della cordata arrivata al secondo posto del bando CCM 18 (Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie) del Ministero della Salute che vede coinvolte, oltre alla Lombardia, Veneto, Lazio, Toscana, Marche e Puglia (capofila) con un progetto sul diabete mellito. Il progetto dal titolo “FooDIA-NET: azioni di task shifting (distribuzione di compiti) per promuovere l’engagement (coinvolgimento), la literacy (alfabetizzazione) alimentare e stili di vita salutari della persona con diabete mellito” verrà finanziato con complessivi 445.000 euro.
La Direzione Sanitaria di ATS Brianza e l’Università Cattolica di Milano, Facoltà di Psicologia, si sono rese parti attive nella definizione della progettualità proposta.

“Il diabete mellito rappresenta una delle patologie croniche a più ampia diffusione nel mondo, riguarda tre milioni di persone in Italia e 66.299 soggetti, secondo le stime per la presa in carico delle cronicità della nostra Agenzia di Tutela della Salute, tra le province di Lecco e di Monza – spiega il dottor Silvano Lopez, direttore sanitario di ATS Brianza – Diventa quindi urgente promuovere iniziative di sensibilizzazione ed educazione per i pazienti, al fine di renderli più consapevoli ed informati sulla specificità della loro patologia, sul trattamento ma anche sull’importanza di assumere comportamenti proattivi di gestione dello stile di vita e della terapia farmacologica”.

L’obiettivo è quello di promuovere un aumento del livello di literacy alimentare e di engagement nella prevenzione e nella promozione di stili di vita salutari attraverso scale validate a livello scientifico, alla formazione e all’educazione dei professionsiti sanitari appartenenti al team diabetologico, allo sviluppo della piattaforma FooDIA-Net finalizzata a mettere in rete le diverse figure appartenenti al team diabetologico e favorire lo scambio e il confronto reciproco e tempestivo da parte dei vari operatori sanitari. Il progetto entrerà nella fase operativa nel  2019.

ATS Brianza è coinvolta con le U.O. Gestione e Sviluppo Programmi Intersettoriali, U.O.C. Igiene Alimenti e della Nutrizione, U.O.S Sviluppo Progetti Speciali e ASST di Lecco (Direzione Sanitaria). Sarà chiamata a identificare e arruolare i centri clinici, i professionisti sanitari e i cittadini da cooptare per il progetto, ad attivare il percorso “formazione ai formatori”, a implementare le attività previste dal protocollo FoodDia-Net, a riattivare e potenziare un tavolo intersettoriale e interaziendale multi-professionale del diabete, a definire un set di azioni intersettoriali (cartella sanitaria, stili di vita, valutazione del rischio). Il progetto durerà complessivamente 24 mesi.

Commenti