A Monza la “tenda esperienziale” di Medici Senza Frontiere

Da lunedì 22 a sabato 27 luglio, Medici Senza Frontiere (MSF) sarà ospite di Synlab CAM Monza con uno speciale allestimento, proposto per la prima volta in Italia....

664 0
664 0

Da lunedì 22 a sabato 27 luglio, Medici Senza Frontiere (MSF) sarà ospite di Synlab CAM Monza con uno speciale allestimento, proposto per la prima volta in Italia.

Una “tenda esperienziale” allestita all’ingresso della struttura monzese permetterà ai cittadini di toccare con mano le attività di promozione alla salute che l’organizzazione medico umanitaria internazionale sviluppa nei luoghi più pericolosi e remoti del pianeta.

Una health promotion che, nei suoi obiettivi basilari, accomuna MSF e Synlab. Da anni, infatti, la struttura sanitaria monzese propone momenti di educazione sanitaria alla cittadinanza (si pensi ai numerosi progetti rivolti, per esempio, ai bambini), offre formazione sia alla popolazione sia alla comunità medica (ad es. con i convegni e i corsi che ogni mese si tengono in viale Elvezia) perché ogni cittadino possa incrementare la consapevolezza della propria salute e conoscere l’importanza di corrette pratiche preventive.

Similmente, Medici Senza Frontiere mira a rafforzare le conoscenze e competenze sulla salute (malattie, trattamento, prevenzione) tra le comunità in cui opera, sia con finalità immediate in situazioni di emergenza (campagne di vaccinazione, malnutrizione, colera) sia nello sviluppo di progetti di accesso alla salute o “verticali” (HIV, tubercolosi, malaria, salute materno-infantile). Gli operatori dell’organizzazione umanitaria, premio Nobel per la Pace, al fine di garantire a tutti il diritto alla salute, svolgono attività di educazione sanitaria di base e tengono monitorato l’inizio di epidemie – come ad esempio i primi casi di morbillo e di dengue – in coordinamento con le autorità mediche locali per favorire un intervento rapido ed efficace.

A luglio, a Monza, sarà possibile conoscere in diretta queste attività, trasferendosi -virtualmente- in una tenda di emergenza. Nell’allestimento presso Synlab CAM Monza, infatti, si potranno vedere da vicino alcuni degli strumenti che gli operatori umanitari di MSF utilizzano ogni giorno nell’ambito dei 400 progetti in più di 70 Paesi del mondo, come il kit di primo soccorso, il MUAC (strumento fondamentale per valutare il grado di malnutrizione nei bambini), il Log Tag e altri strumenti per mantenere la catena del freddo nel trasporto dei vaccini.

Lo staff di MSF sarà a disposizione dei monzesi per accompagnarli in questo viaggio, rispondere a ogni curiosità e fornire informazioni sui progetti di MSF. Per chi si vorrà cimentare, ci sarà anche il “Gioco del Triage”, che consente di mettersi alla prova nel prendere decisioni immediate, proprio come fanno i medici di MSF quando valutano i pazienti in contesti di emergenza. Durante questa settimana speciale, un operatore umanitario di Medici Senza Frontiere porterà la sua testimonianza diretta, con un racconto dell’esperienza “dal campo”, accompagnando il pubblico presente nei progetti di Medici Senza Frontiere e nei contesti più lontani del mondo.

L’incontro è ad accesso libero e gratuito e si svolgerà presso l’Auditorium Angelo Gironi della sede Synlab di viale Elvezia, alle ore 18.15 di martedì 23 luglio.

Condividi
monza in diretta

Join the Conversation