A Monza scuole e ATS contro il vizio del fumo

Si è svolta presso la sala BLU dell'ATS a Monza in Viale Elvezia 2 la presentazione del "Progetto contro il Tabagismo - Accendi la salute", in occasione della Giornata...


370 0
370 0

Si è svolta presso la sala BLU dell’ATS a Monza in Viale Elvezia 2 la presentazione del “Progetto contro il Tabagismo – Accendi la salute”, in occasione della Giornata Mondiale senza Tabacco. Il progetto è stato elaborato dal Gruppo di lavoro interaziendale per il tabagismo, promosso dall’ATS Brianza in collaborazione con le Asst di Lecco, Monza e Vimercate.

Il dott. Silvano Lopez, Direttore Sanitario dell’ATS della Brianza ha presentato il progetto, il dott. Cavalieri D’Oro Luca (Direttore UOC Epidemiologia ATS Brianza) i dati epidemiologici ed economici, la dott.ssa Bolis Stefania della Direzione Generale e la dott.ssa Franchetti Manuela della Direzione Sanitaria le azioni legate al progetto e alla comunicazione relativa.

Hanno partecipato anche i ragazzi dell’Istituto Superiore Grafica Moda e Design di Lecco, con la Preside Monica Colli. I ragazzi hanno curato il logo della campagna e creato un video sui benefici dell’allontanamento dal fumo.

Il tabacco provoca più decessi di alcol, aids, droghe, incidenti stradali, omicidi e suicidi messi insieme. L’epidemia del tabacco è una delle più grandi sfide di sanità pubblica della storia. L’OMS ha definito il fumo di tabacco come “la più grande minaccia per la salute nella Regione Europea”.

Il tabacco è una causa nota o probabile di almeno 25 malattie, tra le quali broncopneumopatie croniche ostruttive ed altre patologie polmonari croniche, cancro del polmone e altre forme di cancro, cardiopatie, vasculopatie.

Il tabacco rappresenta un grave problema per la salute nell’UE e nel mondo, con un miliardo di fumatori, di cui circa l’80% vive in paesi a basso e medio reddito, nei quali il carico di malattia e mortalità collegato al tabacco è più pesante. Il 70% dei consumatori inizia a fumare prima dei 18 anni di età e il 94% prima dei 25 anni.

 

Commenti