Scuola: 11 mln per l’Istruzione Tecnica Superiore

Circa 11 milioni di euro in arrivo da Regione Lombardia e dal Governo per sostenere percorsi di Istruzione Tecnica Superiore per l'anno scolastico 2018/2019. E' il risultato dell'approvazione...


156 0
156 0

Circa 11 milioni di euro in arrivo da Regione Lombardia e dal Governo per sostenere percorsi di Istruzione Tecnica Superiore per l’anno scolastico 2018/2019. E’ il risultato dell’approvazione della graduatoria che stabilisce quali istituti verranno finanziati per accompagnare i giovani verso il mondo del lavoro attraverso ben 60 percorsi formativi.

Rispetto alla somma totale, 5.8 milioni sono messi in campo da Regione Lombardia per la qualificazione dell’offerta di istruzione e formazione tecnica professionale; 2.2 arrivano dal Fondo ministeriale per l’istruzione e formazione tecnica superiore; altri 550.000 dalle risorse nazionali residue presso l’Ufficio Scolastico Regionale e, infine, 2.2 milioni dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Regione Lombardia ha dovuto prendere atto della diminuzione dello stanziamento dal parte dello Stato (1.859.306 euro), ma per garantire la realizzazione degli obiettivi fissati nelle linee guida si e’ impegnata a coprire la minore assegnazione del MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) con un’integrazione pari a 340.694 euro.

Le linee strategiche, approvate il 17 Gennaio di quest’anno, riguardano il consolidamento dell’offerta formativa dei percorsi ITS (Istituti Tecnici Superiori) da parte delle Fondazioni lombarde, che abbiano mantenuto la frequenza di almeno 15 allievi, nonchè l’ampliamento dell’offerta attraverso il criterio del finanziamento di un nuovo corso a fronte dell’impegno a realizzare un percorso totalmente autofinanziato. Inoltre è previsto il riconoscimento di una premialità, pari a 30.000 euro, per i percorsi conclusi nel 2017 che abbiano raggiunto un minimo di 18 diplomati e inserito nel mondo del lavoro almeno l’80% degli stessi.

Tra i criteri anche la realizzazione di nuovi percorsi ITS denominati ‘Industria 4.0’, dedicati alla formazione di competenze abilitanti all’utilizzo degli strumenti avanzati di innovazione tecnologica e organizzativa, cui potranno accedere le 11 Fondazioni che hanno ottenuto una premialità negli ultimi due anni. Infine, tra le linee strategiche, anche realizzazione di un’offerta di Istruzione Tecnica Superiore in apprendistato, coniugando la formazione in aula con il lavoro in azienda.

Sulla base dello stanziamento finanziario, la Commissione di valutazione ha quindi approvato quanto segue: percorsi confermati: n. 34 di cui 4 in autofinanziamento; nuovi percorsi: n. 15 di cui 10 in autofinanziamento; percorsi di Industria 4.0: 11; premialità: 11.

Di seguito alcuni numeri relativi ai soggetti operanti in Lombardia ed alle ricadute occupazionali. In Lombardia sono presenti 20 Istituti Tecnici Superiori (ITS) che coprono tutte le aree tecnologiche individuate a livello nazionale: 2 nell’Area Efficienza Energetica, 2 nell’Area Mobilità Sostenibile, 1 nell’Area Nuove Tecnologie della Vita, 3 nelle Tecnologie della informazione e della comunicazione, 3 nelle Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali – Turismo e 9 nelle Nuove Tecnologie per il Made in Italy.

Questi ultimi sono attivi nei seguenti ambiti: 1 Servizi alle imprese, 4 sistema Agro-alimentare, 2 sistema Casa, 1 sistema meccanica e uno sistema moda.

Sono 363 i Partner degli ITS della Lombardia al 14 maggio 2018: 124 Imprese, 64 Istituti secondari di II grado, 62 Agenzie formative, 30 Enti Locali, 16 Dipartimenti universitari, 12 Organismi appartenenti al sistema della ricerca scientifica e tecnologica, 2 Camere di commercio, 14 Associazioni d’imprese, 8 Associazioni datoriali, 8 Ordini/collegi professionali, 1 Organizzazione sindacale, 1 Partner straniero e 21 Altro Ente. Le imprese o associazioni di imprese partner degli ITS del Regione Lombardia sono 138, 124 imprese e 14 associazioni d’imprese. Gran parte di esse si concentra nella fascia 50-249 dipendenti. L’area tecnologica con il maggior numero di imprese partner e’ Nuove Tecnologie per il Made in Italy.

A seguito del monitoraggio nazionale realizzato dll’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa (Indire), 11 percorsi lombardi risultano destinatari della premialità nazionale valutata sulla base delle performance delle Fondazioni con particolare riguardo agli inserimenti occupazione che risultano superiori all’80 per cento.

Commenti